Krejci c’è sempre, Taider corre e Maietta recupera: i numeri della stagione


Tutti i numeri della stagione del Bologna: Krejci primo per presenze e minuti, Taider per km, Maietta per recuperi. Sorpresa tra gialli e falli fatti

– di Marco Vigarani –

Esaurita la parte delle valutazioni complessive, è interessante scendere nel dettaglio e scoprire alcune cifre e statistiche che possono aiutarci ad inquadrare meglio la stagione appena conclusa dai protagonisti in maglia Bologna.

Krejci è stato il rossoblù più impiegato, Destro il capocannoniere (ph. Schicchi)

Il nome che sicuramente spicca su tutti è quello di Ladislav Krejci, esterno ceco alla prima esperienza in Italia che è risultato alla fine il giocatore più impiegato dal tecnico Donadoni con 37 presenze per un totale di ben 2918 minuti complessivi in stagione tra campionato e Coppa Italia. Tale sforzo chiaramente si è fatto sentire alla distanza ed infatti il ragazzo è anche il rossoblù che è stato sostituito il maggior numero di volte (17 comprendenti anche tante partite insufficienti) ma il dato sicuramente più interessante è quello che lo colloca al primo posto nella classifica felsinea degli assist a quota 8. Chi è stato invece ad entrare più spesso dalla panchina? Il suo collega e rivale diretto Federico Di Francesco a cui Donadoni ha chiesto in 14 occasioni di offrire il proprio contributo a gara in corso a conferma di una crescita costante nel corso dell’anno. Restando nell’ambito offensivo poi possiamo elencare anche i numeri di Mattia Destro, capocannoniere stagionale del Bologna con 11 gol frutto di 53 tiri che costituiscono anche in questo caso il dato più elevato della rosa rossoblù.

Mimmo Maietta è stato il re assoluto dei palloni recuperati (ph. Zimbio)

Per trovare invece l’altro componente di spicco del reparto d’attacco bisogna invece spostarsi nella graduatoria delle palle perse: Simone Verdi è stato infatti purtroppo il ragazzo che ha regalato più palloni agli avversari superando quota 100 in stagione. Un aspetto sicuramente da limare in vista della prossima stagione per un ragazzo che ha dato tanto ma creato anche problemi ai compagni in fase di non possesso. Il re assoluto dei recuperi invece è stato Domenico Maietta che ha superato quota 90 nonostante l’eta non più verdissima ed una condizione fisica resa incerta da numerosi acciacchi. Il suo compagno di reparto Daniele Gastaldello invece ha vissuto la strana condizione di giocatore più ammonito (14) e più espulso (2 alla pari con Krafth) pur non risultando assolutamente a fine stagione il rossoblù più falloso. È stato infatti Blerim Dzemaili a vedersi sanzionato il maggior numero assoluto di infrazioni del regolamento superando quota 50. Infine uno sguardo alla miglior performance atletica stagionale che appartiene al centrocampista Saphir Taider che ha corso in media ben 10,98 km a gara.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *