L’ Italia del basket ce l’ha fatta, andrà all’ Europeo


L’Italia di Pianigiani, vittoriosa ieri in Svizzera contro gli elvetici 65-80, si è qualificata per il Campionato Europeo che si disputerà nel 2015. Datome: “Chi entra nel gruppo, lo faccia con la giusta mentalità”

 di Massimo Righi

Bellinzona – Bisognava vincere, più per riscattare la sconfitta con la Russia che per la speranza di qualificarsi, visti i risultati favorevoli sugli altri campi. Alla fine l’Italia ha avuto la meglio contro una modesta Svizzera, priva dei suoi uomini di punta, qualificandosi per l’Europeo. Gli azzurri guidati da Simone Pianigiani chiudono un’estate tutto sommato positiva in quel di Bellinzona, sospinta da numerosi italiani giunti in Ticino per sostenerla. Così a fine gara, Gigi Datome, migliore in campo con 24 punti: “Ora speriamo che l’anno prossimo ci siano tutti: chi era infortunato, chi ha preso un’estate di riposo e chi non c’è per qualche problema… Soprattutto è importante che chi entra in questo gruppo lo faccia con la testa giusta: ci sono tanti ego da far convivere, ognuno deve fare un passo indietro qui come in tutte le grandi squadre se vogliamo esserlo davvero”.

Coach Pianigiani applaude alla sua Italia

L’Italia di coach Pianigiani si qualifica per gli Europei

La partita – L’Italia ha gestito la gara sin dal primo quarto senza grossi patemi arrivando presto in doppia cifra e chiudendo sul 28-15, con Datome e Cinciarini a dettare legge. Le rotazioni di Pianigiani e Gentile che fatica ad entrare in partita, risultando impreciso al tiro per tutto il match, limitano l’allungo azzurro: dall’altra parte Dusan Mladjan ha tenuto a galla la Svizzera tra i 12 e i 15 punti di scarto, prima che Datome abbassasse la mannaia sui biancorossi portando l’Italia sul 48-29 al tè. Al rientro in campo, l’altro Mladjan, Marko, riportava la Svizzera sul 37-50 rimettendola in pista. Il clima si scaldava sugli spalti con i tifosi di casa ringalluzziti e speranzosi di riaprire la gara. L’Italia ha faticato, accendendosi solo a tratti, ma la Svizzera non ne approfittava (anche il ritmo calava un po’) e gli azzurri, con un filo di gas dato da Datome, ha piazzato un mortifero parziale di 11-1. Nell’ultimo tempo, Pianigiani ha regalato qualche minuto anche a Pascolo, Luca Vitali e Moraschini, mentre Datome faceva bottino. Alla sirena il risultato era di 65-80, con l’Italbasket all’Europeo.

Le parole del coach“E’ stata un’altra buona esperienza per una generazione che s’è cucita addosso la maglia azzurra nel modo giusto e che ha già dimostrato di poter competere con tutti un anno fa. Il prossimo dovrà farlo con ancora maggiore convinzione”. E proprio per questo, Pianigiani ha chiamato a raccolta tutti, compresi Bargnani, Belinelli e Gallinari: inserirli nel gruppo è difficile, serve tempo e la loro presenza o meno, comporta soluzioni e quintetti completamente differenti. Pianigiani non può sapere chi c’è all’ultimo momento, per questo l’appello a tutti gli azzurri è già cominciato.

 

Svizzera 65: Kazadi 2 (1/6), Fridel, Mladjan D. 7 (1/5, 1/5), Mladjan M. 21 (7/12, 2/6), Mafuta (0/2), Kovac 14 (2/2, 2/4), Hermann (0/1), Dos Santos (0/1 da 3), Atcho 8 (3/6), Cotture 1 (0/2), Vogt 12 (2/8, 1/1). All: Aleksic. Tiri da 2: 16/44, Tiri da 3: 6/17, Liberi: 15/29, Rimbalzi: 35, Assist 12.

Italia 80: Gentile A. 4, Vitali L. 3, Cusin 11, Datome 24, Cervi 6, Cinciarini 17, Gentile S. 4, Moraschini, Pascolo, Vitali M. 3, Aradori 7, Polonara 1. All. Pianigiani. Tiri da 2: 21/35, Tiri da 3: 6/21, Liberi: 20/26. Rimbalzi: 33, Assist: 12

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *