La Ducati riparte da Lorenzo per vincere: “Che shock tutta questa potenza!”


Presentata ieri la nuova Ducati che punterà alla vittoria del titolo della MotoGP. L’entusiasmo dell’ad Domenicali e del nuovo pilota Lorenzo

– di Marco Vigarani –

La nuova Ducati con i suoi piloti Lorenzo e Dovizioso

La stagione dei motori sta per ricominciare ed in casa Ducati è arrivato il momento di tagliare il nastro di un nuovo inizio. Nuova moto, nuova prima guida e nuovi prestigiosi obiettivi che hanno animato la giornata di ieri a Borgo Panigale. Non usa mezzi termini l’amministratore delegato Claudio Domenicali nel fissare gli obiettivi per il 2017: “Come azienda siamo cresciuti per il settimo anno consecutivo ed anche a livello sportivo i risultati dell’ultimo anno ci fanno pensare di essere pronti per un obiettivo ancora superiore: riportare in Italia il titolo mondiale“. Un impegno che ovviamente passerà anche dal lavoro di tutto lo staff tecnico guidato dall’ingegnere Gigi Dall’Igna, papà della nuova DesmosediciGP17, che ha confermato: “Non sarà facile perchè non siamo i favoriti ma vogliamo provare a vincere. Se abbiamo scelto di affidarci a Lorenzo è anche per non aver più scuse per poter perdere. Per la prima volta sotto la mia gestione abbiamo fatto debuttare la moto nuova già a Valencia quindi siamo molto più organizzati“. Ecco quindi la grande novità della giornata in casa Ducati con il nuovo pilota Jorge Lorenzo sorridente ed emozionato che spiega: “Sono più nervoso che in gara perchè questo è un grande giorno. Il mio obiettivo? Se uno è stato campione del mondo non può sperare nulla di meglio. Sono stato sorpreso dalla stabilità e dalla guidabilità della moto. Pensavo che fosse più nervosa a causa della potenza ed invece è stabile anche se dopo nove anni di Yamaha provare tutta questa potenza è stato uno shock! Quando ho messo la quinta e la sesta l’accelerazione è stata spettacolare e già immagino al potenziale che avremo su piste come Qatar, Mugello ed Austria“. Chiusura per Andrea Dovizioso, confermato in rosso, che ha detto: “Non è mai facile fare proclami ma ho sempre voglia di farcela. All’inizio del mio percorso in Ducati prendevamo 40 secondi dai primi ed invece ora giochiamo per vincere ed arrivare sul podio. Ora però non ci basta più e puntiamo a vincere“.

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *