La dura legge degli ex: Borriello e D’Alessandro, Roma punita


La Roma frena al cospetto di un’ottima Atalanta, trascinata dai gol dei due ex: doppietta per Borriello e gol per D’Alessandro

– di Luigi Polce –

Nel gioco del calcio c’è una regola non scritta, una delle tante, che rende questo sport crudele, affascinante e unico allo stesso tempo. Parliamo, ovviamente, del classico “gol dell’ex”: libidine per i tifosi che ne beneficiano, rabbia e magari pure rimpianto per coloro che invece ne subiscono gli effetti. In quella che ormai è ufficialmente diventata una nostra rubrica, andiamo a vedere che applicazione ha trovato la suddetta regola nel turno di serie A che ci siamo appena messi alle spalle.

D'Alessandro trafigge la Roma di Spalletti, che gli regalò l'esordio in A (ph. zimbio)

D’Alessandro trafigge la Roma di Spalletti, che gli regalò l’esordio in A (ph. zimbio)

Nella puntata odierna, proprio a ridosso del turno infrasettimanale che si aprirà stasera con Napoli-Bologna, troviamo una sola squadra colpita però ripetutamente dalla dura legge degli ex: stiamo parlando della Roma di Luciano Spalletti, costretta al pareggio nel lunch match di Bergamo contro l’Atalanta: il 3-3 finale porta le firme di Marco D’Alessandro, lanciato in serie A proprio da Spalletti nella stagione 2008-09, e di Marco Borriello, autore di una doppietta che vale anche i suoi primi gol con la maglia dei bergamaschi. Dopo 65 presenze e 18 reti in giallorosso, un doppio dispiacere per i suoi vecchi tifosi. Per quanto riguarda le panchine invece, non si registrano ritorni di ex.

 

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *