La dura legge degli ex: sorride solo Donadoni


In mancanza di gol da parte degli ex, sorride solo Donadoni che si vendica del Napoli. Masticano amaro invece Gasperini e Delneri

– di Luigi Polce –

Nel gioco del calcio c’è una regola non scritta, una delle tante, che rende questo sport crudele, affascinante e unico allo stesso tempo. Parliamo, ovviamente, del classico “gol dell’ex”: libidine per i tifosi che ne beneficiano, rabbia e magari pure rimpianto per coloro che invece ne subiscono gli effetti. In quella che ormai è ufficialmente diventata una nostra rubrica, andiamo a vedere che applicazione ha trovato la suddetta regola nel turno di serie A che ci siamo appena messi alle spalle.

Gasperini sconfitto dall'Inter, che nel 2011 lo esonerò dopo 4 giornate di campionato (ph. zimbio)

Gasperini sconfitto dall’Inter, che nel 2011 lo esonerò dopo 4 giornate di campionato (ph. zimbio)

In realtà è stata una giornata piuttosto avara per il nostro appuntamento: non ci sono stati gol da parte degli ex, nonostante le occasioni non siano di certo mancate: Borriello contro il Milan, Palacio contro il Genoa, Lichtsteiner contro la Lazio… Nessuno però è riuscito a far centro, tocca allora spostarsi sulle panchine per applicare la suddetta regola. Anche qui, però, la carne al fuoco non è poi tanta: sorride solo Roberto Donadoni, che ha compiuto l’impresa con il suo Bologna fermando il Napoli, squadra con la quale ha vissuto senza dubbi l’esperienza più deficitaria della sua carriera: “Non voglio pensare al passato, mi interessa solo l’entusiasmo che ho nell’affrontare un avversario importante, che mi dà la possibilità di mostrare quelle che sono le mie qualità” aveva detto il tecnico rossoblù alla vigilia della sfida ai partenopei. Detto, fatto: la vendetta è servita. Masticano amaro invece Gasperini, ko contro l’Inter che nel 2011 lo esonerò dopo sole quattro giornate di campionato, e Delneri, all’esordio sulla panchina del Verona e sconfitto dall’Empoli, dove allenò nell’ormai lontano 1998. Appuntamento a settimana prossima con la dura legge degli ex!

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *