La dura legge degli ex: Toni, addio con gol alla Juventus


Nel giorno del suo addio al calcio Toni si regala un gol da ex alla Juventus. Con lui gode Delneri, mentre vanno ko gli altri ex in panca

– di Luigi Polce –

Nel gioco del calcio c’è una regola non scritta, una delle tante, che rende questo sport crudele, affascinante e unico allo stesso tempo. Parliamo, ovviamente, del classico “gol dell’ex”: libidine per i tifosi che ne beneficiano, rabbia e magari pure rimpianto per coloro che invece ne subiscono gli effetti. In quella che ormai è ufficialmente diventata una nostra rubrica, andiamo a vedere che applicazione ha trovato la suddetta regola nel turno di serie A che ci siamo appena messi alle spalle.

Donadoni con la maglia del Milan (ph. dnamilan)

Donadoni con la maglia del Milan (ph. dnamilan)

Nella puntata odierna i riflettori sono tutti per Luca Toni, all’ultima partita in serie A a coronamento di una carriera piena zeppa di successi e (soprattutto) gol. Quale modo migliore per salutare il Bentegodi e l’Hellas Verona se non con un gol e una vittoria contro i campioni d’Italia della Juventus? Il sesto centro stagionale per la punta di Pavullo nel Frignano è arrivato dal dischetto, dopo un dolcissimo cucchiaio a beffare Neto e la formazione bianconera, con la quale Toni ha giocato nella stagione 2011-12 collezionando sole 2 reti in 14 presenze. Per quanto riguarda lo spazio dedicato alle panchine, restiamo al Verona e a Gigi Delneri, che guidò proprio la Juventus nella stagione 2010-11 chiudendo al settimo posto: per lui una vittoria che sa, almeno in parte, di rivincita. Va male invece agli altri ex sulle panchine, tutti sconfitti: Roberto Donadoni contro il Milan, dove ha giocato dal 1986 al 1996 e dal 1997 al 1999 vincendo praticamente tutto; Giampiero Ventura contro il Napoli, guidato nel 2004-05 (primo allenatore dell’era De Laurentiis); Vincenzo Montella, che con la sua Sampdoria è incappato in un pesante ko nel derby contro il Genoa, squadra in cui l’Aeroplanino ha militato nel 1995-96 mettendo a referto ben 21 gol in 34 partite.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *