La Fortitudo c’è, battuta Roseto


La Fortitudo vince la sua seconda partita consecutiva avendo la meglio su Roseto al PalaDozza. Match ad alta intensità deciso nell’ultimo quarto con un ottimo approccio mentale

– di Massimo Righi –

Ed Daniel è stato decisivo nella vittoria contro contro Roseto

Ed Daniel è stato decisivo nella vittoria contro contro Roseto

Una Fortitudo grintosa, da coltello fra i denti, è riuscita ad avere la meglio su Roseto grazie alla grande lucidità mantenuta nei momenti topici della gara. Nonostante i 4 falli di Daniel accumulati nel terzo quarto e la distanza da ricucire, la squadra di Boniciolli è riuscita a tener botta, superare Roseto e a portare a casa la vittoria. Fra i migliori in campo Ed Daniel, decisivo sotto le plance (43 a 36 per la Effe il computo dei rimbalzi totali), Raucci per l’intensità dimostrata in tutte e due le fasi, oltre ai canestri preziosi di Flowers e Candi, che con le loro triple hanno tenuto in vita l’Aquila quando Roseto pareva in procinto di scappare.

Dopo il gemellaggio iniziale “Arrosticini e Tortellini” fra le due tifoserie amiche, la partenza non è stata delle più facili per la Fortitudo. Roseto infatti fa sul serio da subito e in un amen si trova sul 4-16 grazie alle prove di Bryan e Weaver, trascinatori degli abruzzesi. Montano risponde, ma Roseto non perdona e macina gioco e punti tanto che al primo intervallo è avanti di sette, 15-22. La Fortitudo si ridesta e ricuce fino al -2, poi Weaver riallunga e proietta i suoi a un +9 che pare una fuga seria, se non fosse per la verve di Flowers: l’americano difende e infila il canestro dall’arco tanto da arrivare al sorpasso. L’ex Borra pareggia con due liberi e si va al the sul 35-35.

Roseto non molla e continua a far paura, ma Candi e Sorrentino rispondono con punti pesanti che tengono a galla Bologna. Gli ospiti piazzano uno 6-0 da lontano ma Candi è caldissimo e risponde alle folate ospiti con grande personalità e si va all’ultimo riposo sul 51-51. Si riparte all’insegna dell’equilibrio, ma il “fattore Daniel” si fa sentire e nonostante i 4 falli che gravano sul lungo USA, questi si inventa alcuni cesti decisivi per ammazzare Roseto, ivi compresa una schiacciata su un suo stesso rimbalzo che fa esaltare il PalaDozza. Gli ospiti accusano e Raucci sigilla la gara con una gran giocata in sottomano sublime, seguita da un recupero difensivo che mandano la Effe in orbita. Nel finale anche Iannilli ci mette del suo, mentre Roseto spara a salve: 73-65 con le tifoserie a salutarsi da lontano.

Fortitudo 73: Daniel 14; Quaglia; Candi 6; Zani; Iannilli 6; Campogrande; Montano 8; Sorrentino 5; Raucci 6; Carraretto 5; Flowers 18; Italiano 5. All. Boniciolli

Roseto 65: Allen 9; Borra 14; Ferraro; Papa; Marini 4; Mariani; Trevisan; Bryan 5; Marulli 10; Moreno; Weaver 23. All. Trullo

Classifica:
Treviso 12, Mantova, Brescia, Imola, Verona 8, Legnano, Bologna, Ravenna, Jesi, Trieste 6, Roseto, Chieti, Treviglio, Ferrara 4, Recanati, Matera 2

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *