La Fortitudo c’è, sfatato il tabù Cento


La Fortitudo priva di Lamma e Sorrentino sbanca Cento e scaccia così gli incubi della scorsa stagione. Coach Vandoni elogia il gruppo, guidato dalla serata super di Samoggia e Montano

– di Massimo Righi –

Samoggia, miglior realizzatore della serata con 21 punti

Samoggia, miglior realizzatore della serata con 21 punti

Cento – La Fortitudo apre il primo quarto mettendo subito l’inerzia della gara dalla sua parte, innescando sin da subito i suoi uomini migliori, Samoggia e Montano, che saranno i top scorer bolognesi alla sirena finale, aiutati dal gran lavoro di Iannilli sotto le plance. Centro risponde soprattutto con Di Trani che peraltro parte subito forte piazzando un personalissimo parziale di benvenuto alla Effe. Il quarto si chiude con Bologna avanti di sei lunghezze, 13-19. Il secondo quarto si apre alla grande per la Fortitudo che mette punti su punti di distanza fra sé ed i ferraresi, per via delle raffiche di Montano. Il mortifero parziale di inizio quarto inchioda Cento che prova a ricucire ma trova in Bologna un ostacolo insormontabile al punto che alla sirena del thè, gli ospiti conducono 29-41, massimo vantaggio dei biancoblù.

Nella ripresa, il terzo quarto permette alla Effe di mantenere le distanze, gestendo intelligentemente il vantaggio in modo da non far rientrare Cento che manifesta grande difficoltà a trovare la via del canestro. Bologna gira bene la palla nonostante le rotazioni attuate da Vandoni per far rifiatare i suoi e chiude il terzo mini tempo sul 44-56. Nell’ultima parte di gara la Fortitudo trema, mentre Cento rosicchia punti sospinta dal pubblico che inizia a credere nella rimonta. Nel finale, nonostante i padroni di casa arrivino ad accorciare fino a -3, mancano della freddezza necessaria per fare il passo decisivo; la Fortitudo respira nei momenti topici nonostante anch’essa fallisca alcuni liberi per mettere in ghiaccio la partita. Nel finale Valentini zoppica due volte ai liberi, ma è quanto basta per chiuderla sul 68-71. E’ una vittoria che vale molto, perché la Fortitudo ha giocato da grande squadra per la stragrande maggioranza del match, pagando solo nel finale un po’ di stanchezza e la mancanza di due uomini chiave come Lamma e Sorrentino, seduti sugli spalti.

Ecco le parole del coach biancoblù Vandoni a fine partita: “Volevamo fare una gara da Fortitudo, ci abbiamo lavorato tutta la settimana sapendo che i risultati e le prestazioni messe in campo fino a oggi non erano da Fortitudo. Dopo un mese avevamo voglia di vestire i panni della squadra che questo pubblico merita, stasera ci siamo riusciti”.

Tramec Cento, 68: Govoni, Vitali 6, Ikangi 2, Bianchi 13, Di Trani 16, Quarisa 4, De Martini 14, Pederzini, Carretti 5, Cutolo 8. All. Albanesi

Fortitudo Eternedile, 71: Candi, Valentini 8, Bertoncello, Grilli 7, Iannilli 5, Samoggia 21, Montano 20, Lenti, Mancin, Raucci 10. All. Vandoni

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *