La Fortitudo espugna Verona 54-67 e rimane in vetta


I biancoblù rimangono in vetta assieme a Trieste (che si riscatta in casa contro Ravenna) sbancando Verona grazie un’ottima prova difensiva. Quarta vittoria consecutiva della gestione Comuzzo

– di Calogero Destro –

Robert Fultz, autore di 13 punti nella sfida di vinta dalla Effe a Verona (ph.Ciamillo)

Non sbaglia un colpo la Fortitudo targata Stefano Comuzzo, che fa quattro in fila con la vittoria di Verona e mantiene la vetta insieme a Trieste, che si rifà in casa contro Ravenna. L’assenza di Boniciolli, per ora, non si sta facendo sentire. La squadra sembra anzi aver trovato un equilibrio forse mai visto prima di questo ciclo positivo, che continua, dunque, anche dopo l’ostica trasferta del PalaOlimpia. Un 54-67 che dimostra una volta di più la straordinaria compattezza difensiva della Effe, capace, quando è concentrata al massimo, di stoppare anche gli avversari più temibili. Come Verona, reduce da 9 vittorie nelle ultime dieci partite ma tenuta ad appena 54 punti realizzati. In attacco la Effe si è invece affidata alla regia di un magistrale Robert Fultz (13 punti – 3/3 da oltre l’arco, 3 assist, 4 rimbalzi, in 28 minuti di gioco). L’ex rosetano ha infatti predicato basket già nei primi due quarti, che hanno permesso agli ospiti di portarsi subito attorno alla doppia cifra di vantaggio (21-33 al 15′ con l’appoggio di Mancinelli). Un vantaggio incrementato, con quattro liberi consecutivi, fino al +16 biancoblù con cui si rientrava negli spogliatoi. Ma Verona è dura a morire, a grazie a Jones (autore di 15 punti) e Udom nel terzo quarto si riavvicina, arrivando fino al -5 al 29′. Poi due bombe in fila di Cinciarini (13 per lui) rimettono le cose a posto per gli ospiti (43-55 al 30′). Nell’ultimo periodo la Effe (10/18 da 3, 58%) riesce agevolmente a controllare il ritmo della gara. Si iscrive alla partita pure McCamey (5 punti in 15 minuti sul parquet) e Rosselli incrementa dalla lunetta. Palermo prova a rispondere con un paio di canestri ma la Tezenis (tenuta a 4/21 da 3, 19%), rimane sempre sotto in doppia cifra. Il risultato finale è dunque 54-67 in favore della Fortitudo.

Postpartita- Questeo un estratto delle dichiarazioni di coach Comuzzo:”Abbiamo fatto una delle migliori prestazioni della stagione. Siamo riusciti ad arrivare qui con le giuste motivazioni e la giusta tensione dopo la battaglia contro Trieste. Questa partita era più difficile rispetto a quella di giovedì, perché giocavamo contro una squadra che  andava a mille. Attraverso l’aggressività siamo riusciti a sporcare il gioco fluido che Verona ha fatto vedere negli ultimi due mesi di campionato.  McCamey? Ci ha dato una mano in un momento importante della partita. Tutti hanno messo il loro mattoncino, e adesso ci stiamo unendo e compattando. Verona? Temevo questa trasferta, perché di fronte c’era una squadra che ha precisa identità e precise gerarchie: sa dove vuole arrivare. Dalmonte ha fatto un lavoro di costruzione pazzesco. Boniciolli? Domattina deve fare un piccolo intervento ma è una cosa di tre giorni massimo poi dovrà stare un po’ fermo. Credo non ci sarà contro Imola, ma dalla successiva dovrebbe esserci. Anche lui deve arrivare in forma ai playoff”.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *