La Fortitudo fra mercato e ambizioni


La Fortitudo di Matteo Boniciolli è al lavoro per costruire il roster della prossima stagione. Vediamo quali sono i nomi in entrata e quelli che saranno riconfermati, in attesa della decisione di Lamma

– di Massimo Righi –

Coach Boniciolli sta costruendo il roster per l'anno prossimo

Coach Boniciolli sta costruendo il roster per l’anno prossimo

Budget, ambizioni e un grande allenatore. La Fortitudo sta programmando la prossima stagione e con il doppio salto di categoria, ambisce a tornare nel grande basket. L’annata è appena terminata ma Boniciolli è già al lavoro per costruire la squadra che giocherà il prossimo campionato di A2: il doppio ruolo di coach e general manager di cui è stato investito, prevede che il suo lavoro vada ben oltre il parquet. Uno dei nodi da sciogliere riguarda capitan Davide Lamma, che toccate le 39 primavere e dopo aver chiuso in crescendo la stagione, è stato invitato da Boniciolli stesso a ritirarsi dal basket giocato per dedicarsi a un ruolo dirigenziale. La sua esperienza e il suo grande attaccamento alla Fortitudo possono essere di grande aiuto secondo il coach, in un mondo dove serve serietà, conoscenza e preparazione.

Passando al roster da mettere in piedi, Boniciolli ha ribadito di voler confermare il 60% della squadra di quest’anno, segno di fiducia nei suoi ragazzi e di una continuità che può rivelarsi preziosa. Il coach vuole 12 uomini per allenarsi sempre al meglio e avere ampie scelte nelle rotazioni, come d’altro canto ha mostrato quest’anno. Partendo proprio dalle conferme, se fino a qualche giorno regnava l’incertezza sul futuro di Montano e Iannilli, grandi protagonisti della promozione, i dubbi paiono ormai del tutto dissipati e i due dovrebbero legarsi alla Fortitudo del futuro immediato. Le altre conferme dovrebbero riguardare Carraretto, che nonostante l’età (38 da fare) può ancora garantire minuti preziosi e soprattutto esperienza, oltre a una notevole precisione dall’arco, Raucci che Boniciolli ha usato come jolly a seconda delle esigenze, rivelandosi peraltro una spina nel fianco delle avversarie a più riprese, oltre ad Italiano, il cui impatto non è stato immediato ma che alla lunga ha mostrato di essere un lungo duttile e atipico, catturando rimbalzi, facendo a spallate e prendendosi anche tiri pesanti da lontano.

Raucci e sullo sfondo Montano e Lamma (ph. Fortitudo)

Raucci e sullo sfondo Montano e Lamma (ph. Fortitudo)

Dal punto di vista delle entrate invece, posto che l’arrivo di Marco Cusin sotto le plance pare ormai tramontato essendosi orientato a rinnovare con Cremona, la Fortitudo segue la pista che porta ad Edward Daniel, nell’ultima stagione divisosi fra Varese e Cremona in serie A: 25 anni, altro 201 centimetri, il suo innesto in A2 potrebbe rivelarsi un colpo rilevante. Sotto canestro c’è anche, più defilata, l’idea che porta a Lorenzo Benvenuti da Jesi. Nel ruolo di guardia la Effe segue lo statunitense C.J. Williams, che nell’ultima stagione ha giocato a Pistoia con 14,4 punti, 4,2 rimbalzi e 2,1 assist di media. Sarebbe un innesto di qualità che garantirebbe dinamismo e punti nel pacchetto dei tiratori. In cabina di regia si continua a corteggiare l’ex Alessandro Piazza, bolognese e scuola Fortitudo, reduce da una stagione coi fiocchi ad Agrigento con cui ha sfiorato la promozione in A. Per lo stesso ruolo, rimane l’ipotesi di un altro ex, Daniele Cavaliero, allenato dal coach ad Avellino. Infine c’è Federico Lestini, il 4 pescarese piace molto a Boniciolli che lo sta provando in questi giorni: esiste più di una possibilità che il ragazzo venga ingaggiato.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *