La Fortitudo stecca, vince Imola


La Fortitudo esce sconfitta da Imola all’overtime. La squadra di Boniciolli è stata molto discontinua durante l’arco della gara; buone le cifre individuali, da rivedere concentrazione e nervi

– di Massimo Righi –

Jermaine Flowers, ha segnato 30 punti contro Imola (ph. 24secunde.ro)

Jermaine Flowers, ha segnato 30 punti contro Imola (ph. 24secunde.ro)

Primo impegno e prima sconfitta per la Fortitudo che perde dopo un overtime a Imola per 93-87. Nonostante la rimonta e la partita riacciuffata dopo aver subito il buon impatto dei padroni di casa, l’Aquila non è riuscita a portarsi a casa i due punti. La Fortitudo ha mostrato di essere una squadra dalle buone individualità e i numeri di Flowers, Candi e Radic lo dimostrano, ma servono molta più costanza, lucidità e calma nei momenti clou. Ma il campionato è appena iniziato, non è tempo di processi.

Davanti a circa 1200 tifosi biancoblù accorsi al PalaRuggi, la Fortitudo parte subito col gioco sotto le plance e la scelta si rivela azzeccata perché Radic infila cesti a ripetizione. I padroni di casa non stanno a guardare e replicano ricucendo così Boniciolli, come sempre, inizia a girare i suoi. La Effe fa confusione, alterna cosa buone ad altre meno e Imola sorpassa con i tiri da lontano. Imola ha più verve e dinamismo mentre gli ospiti si impantanano di più, ciononostante gli errori arrivano da ambo le parti e per un po’ il divario rimane basso, con la Fortitudo a chiudere sul -2 all’intervallo, 42-40, grazie alla buona prova di Candi (il cinno chiuderà con 13 punti).

Nel terzo quarto Imola prende il volo complice un blackout della Fortitudo che regala sostanzialmente un tempo ai padroni di casa. I biancoblù hanno le polveri bagnate, Boniciolli si sgola e Imola allunga fino a +12. In tutto questo Sorrentino spicca per un antisportivo. Dopo una mini sveglia sul finire del tempo, Imola segna con Anderson che chiude il quarto sul 63-53. La Fortitudo si aggrappa a Candi e con l’aiuto dell’esperto Carraretto rientra in gara, grazie anche alla flessione di Imola che non ammazza la partita. Flowers si accende e infila triple importanti rimettendo in pista i suoi. Si gioca sul filo del sorpasso. Con la Effe a +2, Amoni fa 2 su 2 dalla lunetta: dall’arco Raucci ha la palla della vittoria ma non va. 81-81, overtime. Nel supplementare la vince Imola che la chiude grazie ad Hassan mentre la Fortitudo si lecca le ferite dopo il quinto fallo di Sorrentino e l’infortunio occorso a Montano: finisce 93-87 per Imola.

Imola 93: Washington 15, Sgorbati, Maggioli 12, Cai ne, Amoni 7, De Nicolao 2, Prato 10, Preti 2, Anderson 22, Hassan 15, Sabatini 8. All: Ticchi.

Fortitudo 87: Quaglia, Radic 16, Candi 13, Zani ne, Iannilli 1, Campogrande, Montano 13, Sorrentino, Raucci 6, Carraretto 3, Flowers 30, Italiano 5. All: Boniciolli.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *