La Fortitudo supera l’esame Brescia


Dopo lo scivolone di Treviso, la Fortitudo si riscatta battendo Brescia in casa. Buona prova collettiva, con gli esterni ispirati dalla distanza. Amoroso out fino al completo recupero

– di Massimo Righi –

Leonardo Candi, classe '97, è stato fra i migliori contro Brescia (ph. Fortitudo)

Leonardo Candi, classe ’97, è stato fra i migliori contro Brescia (ph. Fortitudo)

La Fortitudo riesce a fermare la più quotata Brescia imponendosi fra le mura del PalaDozza, in virtù di una prova di squadra all’insegna della concentrazione e dell’attenzione. Dopo lo strazio trevigiano dove il duo Candi-Montano era riuscito a sbagliare ogni tiro dal campo, i ragazzini si sono riscattati segnando 17 e 14 punti, risultando decisivi nelle rispettive giocate. La Effe ha vinto anche grazie ai 16 punti di Flowers e alla tenacia dei propri gregari e, seppur senza Amoroso (ai box fino alla guarigione completa), ha retto bene le iniziative degli ospiti capitanati dall’applauditissimo ex Alessandro Cittadini, 19 punti per lui.

L’avvio è all’insegna delle difese e degli errori, tanto che il canestro si “allarga” solo con il passare dei minuti. Il sostanziale equilibrio iniziale si mantiene per tutto il primo quarto, con le squadre che trovano più canestri da lontano che da sotto le plance, eccezion fatta per Quaglia che nel finale di periodo trova cesti importanti permettendo alla Fortitudo di chiudere sotto di uno, 22-23. I ritmi si alzano, gli esterni biancoblù hanno tutti il braccio caldo e anche Flowers partecipa alla festa tirando con buone percentuali. Di là Fernandez accetta la sfida e s’infiamma spesso e volentieri, ma grazie alle scelte ed ai canestri di Montano, Bologna chiude in parità 45-45 al gong dell’intervallo.

Si riprende con la Fortitudo ad aggredire, capace di piazzare un parziale di 17-4 nel quale Flowers si rivela grande protagonista. Brescia accusa perché ha meno uomini da far ruotare, mentre Boniciolli ha scelta più ampia e così gli ospiti perdono terreno ed a fine terzo quarto sono sotto 66-54. In apertura di ultimo quarto la Effe tocca il massimo vantaggio, 69-54, poi gli ospiti si ridestano e piazzano un parziale che li riporta a -5. Niente allarmismi però perché Bologna non sprofonda affatto e grazie alla caparbietà di Candi, ai canestri di Daniel e Flowers e al progressivo spegnersi ospite, la Fortitudo porta a casa il successo tirando il sipario sull’86-75 finale. Dopo la sosta, i biancoblù torneranno in campo il 13 marzo a Ravenna.

Fortitudo 86: Daniel 15, Quaglia 7, Rovatti, Candi 17, Campogrande, Montano 14, Sorrentino, Raucci 8, Carraretto 3, Flowers 16, Italiano 6. All. Boniciolli

Brescia 75: Passera 3, Fernandez 18, Cittadini 19, Bruttini 6, Alibegovic 9, Speronello, Bolis, Mobio, Totè, Bushati 5, Hollis 11. All. Diana

Classifica: Treviso, Mantova 34, Brescia, Imola 32, Roseto 30, Verona, Ravenna, F. Bologna, Trieste, Treviglio 26 Ferrara 24, Chieti 20, Jesi, Legnano 16, Recanati 10, Matera 6

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *