La malattia ferma ancora Klas Ingesson


L’ex centrocampista rossoblù Klas Ingesson, affetto da mieloma multiplo cronico, ha deciso di dimettersi dalla carica di allenatore dell’Elfsborg a fine stagione per poter riprendere a camminare

– di Marco Vigarani –

Klas Ingesson lascia la panchina dell'Elfsborg

Klas Ingesson lascia la panchina dell’Elfsborg

Vederlo tornare protagonista sul campo, anche se nelle vesti di allenatore, aveva fatto sperare tutti che il peggio per Klas Ingesson fosse davvero passato. Da diversi anni ormai l’ex centrocampista di Bologna e Bari combatte una battaglia durissima contro un mieloma multiplo che si è ripresentato già una volta e che nel corso degli anni è stato aggravato da ulteriori problemi di natura ossea. Sono proprie queste complicazioni che lo hanno spesso costretto all’utilizzo di una sedia a rotelle e che oggi lo hanno spinto ad una decisione inattesa e difficile. Il vichingo, come lo chiamano da sempre i tifosi, ha infatti annunciato ieri la scelta di dimettersi a fine stagione dall’incarico di allenatore dell’Elfsborg suscitando immediatamente grande apprensione in una città festante per il cambio di guida al vertice del Bologna. La spiegazione come sempre arriva dalle parole dello stesso Ingesson che con la solita schiettezza dice: “Il mio corpo non mi consente di fare quello che voglio, le mie difese immunitarie sono troppo basse ed i medici mi hanno consigliato di fermarmi per curarmi. Ne ho avuto la prova durante la riabilitazione per la frattura alla gamba: i tempi si sono dilatati e ci vorrà ancora tempo prima che possa tornare a camminare. Il cancro per il momento è sotto controllo ma è una malattia cronica che potrebbe tornare di nuovo in qualsiasi momento“.

Ingesson con grande professionalità mette però ancora una volta il bene della sua squadra dichiarando: “È una decisione davvero difficile soprattutto di fronte alla fiducia che il club ha riposto in me visto che avevamo un progetto triennale e che la dirigenza ha fatto sforzi importanti per accontentare le mie richieste. Oggi però non mi sento in grado di garantire anche per la prossima stagione una condizione fisica adatta al ruolo di allenatore e pertanto decido di fermarmi ora piuttosto che magari costringere il club a correre ai ripari a febbraio. Per il momento però pensiamo a chiudere bene la stagione“. L’ex centrocampista però guarda anche al futuro ed afferma: “Per me ora la cosa più importante è riprendere a camminare ma quando sarò pronto potrei tornare magari anche per allenare la formazione Under 19. Voglio ringraziare però tutti quelli che si preoccupano per me inviandomi continui attestati di affetto e anche tutti quei tifosi avversari che in questi mesi invece di trattarmi come un avversario hanno deciso di applaudirmi“. Entro Natale verrà pubblicata la sua autobiografia ma per ora il capitolo da allenatore dell’Elfsborg si chiude: l’augurio ovviamente è quello di poter al più presto iniziare a scriverne uno nuovo che lo veda protagonista sul campo. Intanto anche il Bologna ha voluto mostrare la sua vicinanza al campione svedese con un pensiero sulla propria pagina Facebook: “Il nostro Klas Ingesson lascia la panchina dell’Elfsborg per continuare il suo percorso di cure.
Tutto il Bologna FC e i suoi tifosi ti sono vicini! Il nostro futuro nasce da una grande Storia“.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *