La Red Bull affonda Ricciardo, Hamilton re di Montecarlo


A Montecarlo vince Hamilton sfruttando il disastro della Red Bull che danneggia Ricciardo. Ancora male le Ferrari: Vette quarto, Raikkonen fuori

– di Marco Vigarani –

Ricciardo e Hamilton sul podio di Montecarlo (ph. Zimbio)

Ricciardo e Hamilton sul podio di Montecarlo (ph. Zimbio)

Essere al secondo posto in lotta per la vittoria, rientrare ai box e vedersi crollare il mondo addosso. Difficile se non impossibile immaginare cosa possa aver pensato Daniel Ricciardo quando i meccanici della Red Bull si sono fatti trovare impreparati al cambio gomme condannando il loro stesso pilota ad un secondo posto amarissimo. Lo stesso pilota non ha nascosto la sua rabbia trattenendosi però almeno a parole dall’esprimere la sua rabbia contro il team: “Non vorrei commentare la gara ma ringrazio i fan che ci hanno guardato malgrado il maltempo, credo si siano divertiti. Non ho idea di cosa sia successo durante il pit stop: sono stato chiamato dentro e i miei meccanici dovevano essere pronti“. Pronte le scuse del team ma adesso ormai contano poco. A Montecarlo vince quindi Lewis Hamilton, campione in carica alla sua prima vittoria stagionale e alla 44esima in carriera, che così mostra i muscoli al compagno di squadra Rosberg finora imprendibile ma oggi a dir poco anonimo. Completa il podio un sorprendente Perez che lascia ancora a bocca asciutta la Ferrari e la sua prima guida Vettel sempre più comparse di una stagione partita fra i proclami di gloria. “Avrei potuto fare meglio in occasione del primo pit-stop – l’autocritica del teutonico – però non sono riuscito a superare Massa e invece lì ho perso il podio. Ormai la gara è finita, ho fatto dei buoni punti ma non sono contento“. A Maranello, nonostante le parole spese dallo stesso tedesco nel weekend, si inizia poi a dubitare fortemente della conferma di Raikkonen che ha chiuso il suo gran premio con ampio anticipo dopo una collisione in autonomia contro le barriere. La sorpresa del pomeriggio è stato sicuramente l’ex ferrarista Alonso che ha chiuso quinto al termine di una bella gara sulla sua Mclaren mentre invece il baby fenomeno Verstappen che non ha digerito la Massenet.

Classifica piloti
Rosberg 106; Hamilton 82; Ricciardo 66; Raikkonen 61; Vettel 60; Verstappen 38; Massa 37; Bottas 29; Perez 23; Kvyat, Grosjean 22; Alonso 18; Sainz 16; Hulkenberg 14; Magnussen 6; Button 5; Vandoorne 1.

Classifica squadre
Mercedes 188; Ferrari 121; Red Bull 112; Williams 66; Force India 37; Toro Rosso 30; McLaren 24; Haas 22; Renault 6.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *