La Russia non paga, Panucci scappa ma arriva Simutenkov


Vicenda clamorosa per la Russia che da mesi non corrisponde gli stipendi allo staff tecnico tanto da causare la diserzione di Panucci e Neri. Pronto però un contratto per l’ex rossoblù Simutenkov

– di Marco Vigarani –

Capello e Panucci sulla panchina della Russia

Capello e Panucci sulla panchina della Russia

Sabato prossimo la Russia dovrà scendere in campo contro l’Austria per la quarta giornata delle sfide valide per la qualificazione a Euro 2016, ma intanto è scossa all’interno da un caso clamoroso di diserzione. Non si sono infatti presentati presso il ritiro austriaco nè Cristian Panucci nè Massimo Neri, entrambi collaboratori del commissario tecnico Fabio Capello. Se infatti l’allenatore non riceve lo stipendio ormai da cinque mesi, i due assistenti hanno visto scadere il proprio contratto e ricevere soltanto promesse di un rinnovo imminente ma non ancora firmato. Senza un accordo però Panucci e Neri hanno deciso di incrociare le braccia e non presentarsi all’appuntamento con la Nazionale nonostante le intimazioni ricevute. Pare che la Federazione russa non stia rispettando gli impegni economici presi per indurre l’intero staff tecnico, compreso Capello, a rassegnare le proprie dimissioni da un incarico che brucia oltre 8 milioni di euro all’anno.

L’assenza di risultati soddisfacenti era già costata una convocazione in Parlamento all’ex allenatore di Milan, Real, Roma e Juventus condita da toni decisamente forti derivanti dall’eliminazione prematura dagli ultimi Mondiali. Il percorso nelle qualificazioni per Euro 2016 continua a non convincere ma l’onerosissimo contratto valido fino al 2018 rappresenta un vincolo pesante per i dirigenti del calcio di Mosca. Nei giorni scorsi Capello aveva già dichiarato riguardo al mancato pagamento dello stipendio: “Sono vicino al limite, molto vicino, ma spero che si trovi una soluzione“. Ora però i suoi collaboratori si sono stancati di attendere e hanno preso una posizione decisamente dura che avvicina ulteriormente lo scontro finale tra le parti anche se Panucci dichiara: “Voglio rimanere in Russia e continuare a lavorare con Fabio ma non posso farlo senza contratto. Non è una questione di soldi“. Intanto è notizia delle ultime ore che sia stato proposto un contratto biennale a Igor Simutenkov, ex attaccante visto in Italia con le maglie di Reggiana e Bologna (14 presenze e 3 gol nel 1998/1999), che attualmente era collaboratore di Luciano Spalletti allo Zenit e ha già avuto incarichi nella selezione Under 16.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *