La settimana dei nazionali rossoblù: 45% dei minuti giocati, un assist e un esordio


Ecco cosa è successo in una settimana di impegni per i nazionali rossoblù. Oikonomou e Pulgar spettatori, assist per Krejci, esordio per Verdi

– di Marco Vigarani –

Con la sfida notturna tra Cile e Venezuela si è ufficialmente conclusa la settimana di impegni internazionali per gli undici ragazzi del Bologna convocati dalle varie selezioni. Aldilà del naturale orgoglio degli stessi giocatori e del club nel vedere una così folta rappresentanza rossoblù in giro per il mondo, si deve tracciare ora un bilancio complessivo che ad onor del vero non risulta particolarmente esaltante.

Assist per Krejci in San Marino-Repubblica Ceca (ph. Zimbio)

Solo tre atleti si sono confermati infatti titolari inamovibili delle rispettive Nazionali giocando per intero gli impegni previsti: si tratta di Blerim Dzemaili (Svizzera-Lettonia), Adam Nagy (Portogallo-Ungheria) e Vasilis Torosidis (Belgio-Grecia).

Può poi essere soddisfatto del minutaggio anche Ladislav Krejci, titolare in entrambe le partite disputate dalla Repubblica Ceca: l’esterno è stato sostituito all’intervallo nella sfida contro la Lituania ed invece è rimasto in campo fino al triplice fischio finale in occasione della gara contro San Marino durante la quale ha anche regalato un assist vincente ad un compagno.

Un match in panchina ed uno in campo dal primo minuto invece per gli svedesi Filip Helander ed Emil Krafth che sono stati spettatori della partita contro la Bielorussa per poi essere schierati titolari in quella contro il Portogallo. Il centrale è stato sostituito solo nei minuti di recupero mentre il terzino è stato richiamato in panchina al 70′.

Il momento dell’esordio di Simone Verdi nella Nazionale italiana

Solo spiccioli di gara anche per Simone Verdi che ieri sera ha fatto il suo esordio nell’Italia che ha vinto in Olanda disputando soltanto i 4′ di extratime dopo aver assistito dalla panchina al successo dei compagni sull’Albania.

Vicende opposte poi quelle dei due Azzurrini con Adam Masina che ha collezionato più minuti  ma meno soddisfazioni di Federico Di Francesco. Il terzino infatti, subentrato contro la Polonia e titolare contro la Spagna, non ha fornito prestazioni indimenticabili mentre invece l’attaccante ha confermato in entrambe le occasioni, partendo dalla panchina, il proprio eccellente momento di forma psicofisica guadagnandosi anche un calcio di rigore nel corso della prima partita.

Infine ecco gli unici due a non aver mai visto il campo: Marios Oikonomou che ha assistito dalla panchina a Belgio-Grecia ma soprattutto Erick Pulgar che è finito addirittura in tribuna in occasione sia di Argentina-Cile che di Cile-Venezuela.

La settimana va quindi in archivio con un assist ed un rigore generato ma soprattutto con un minutaggio in campo complessivo di 734 minuti su 1620 disponibili che equivale quindi a meno della metà del tempo totale a disposizione (esattamente il 45%). Si può forse trovare allora parziale consolazione nei 180′ disputati con l’Italia Under 21 dal difensore Alex Ferrari, oggi in prestito al Verona ma ancora di proprietà del Bologna con un contratto allungato recentemente fino al 2021.

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *