La stagione degli ex rossoblù in Italia
Tre bomber, tanti flop e qualche fantasma


Gabbiadini, Vantaggiato e Moscardelli sono i tre ex rossoblù più prolifici della stagione in Italia ma quanti fallimenti in A: Bianchi e i greci su tutti. E c’è addirittura chi è scomparso come Curci, Guarente e Capello

– di Marco Vigarani –

Andati in archivio ormai tutti i campionati professionistici italiani, è arrivato anche il momento di tirare le somme per quanto riguarda gli ex rossoblù che hanno militato in Italia nel corso della stagione. Curiosamente troviamo tre bomber a pari merito in altrettante categorie ma anche tante delusioni soprattutto tra gli ex più recenti mentre invece alcuni giocatori non hanno mai visto neanche il campo.

L'esultanza di Manolo Gabbiadini dopo il gol a Cagliari (ph. Zimbio)

Gabbiadini è il capocannoniere degli ex rossoblù insieme a Vantaggiato e Moscardelli (ph. Zimbio)

I goleador – Sono addirittura tre gli attaccanti in cima alla classifica dei marcatori tra gli ex rossoblù a quota 15 reti stagionali ed ognuno rappresenta una diversa categoria del calcio italiano: Manolo Gabbiadini per la Serie A, Daniele Vantaggiato per la Serie B e Davide Moscardelli per la Lega Pro. Se il secondo miglior realizzatore nel massimo campionato è stato il centrocampista Ekdal con 5 gol, hanno invece raggiunto la doppia cifra altri due atleti nelle serie inferiori ovvero Siligardi del Livorno (10 gol) e Loviso nel Gubbio (12) che però ha concluso la stagione con una retrocessione amara in Serie D. Vanno segnalate anche le prestazioni realizzative di Galabinov, sempre del Livorno, e Pasquato del Pescara.

Riccardo Meggiorini è alla sua prima stagione al Chievo (ph. Zimbio)

Ottima stagione al Chievo per l’attaccante Riccardo Meggiorini (ph. Zimbio)

Le sorprese – In particolare guardando alla Serie A troviamo poi alcuni ex rossoblù che hanno sicuramente disputato una stagione superiore alle aspettative come gli attaccanti Meggiorini e Coda che hanno rispettivamente aiutato concretamente il Chievo ed approfittato della difficoltà del Parma per ritagliarsi uno spazio importante. Può forse rientrare tra le sorprese anche il ritorno positivo di Gilardino dall’esperienza cinese: per la punta sono state 4 le marcature nel girone di ritorno. Scendendo in Serie B incontriamo invece il regista Di Gennaro che è stato uno dei grandi protagonisti dell’inattesa cavalcata del Vicenza fino al terzo posto in campionato mentre in Lega Pro meritano una menzione i difensori Casini e Cruz.

Una stagione senza gol per Bianchi all'Atalanta (ph. Zimbio)

Solo un gol in Coppa Italia per Rolando Bianchi all’Atalanta (ph. Zimbio)

I flop – Tra gli ex rossoblù delle ultime annate sono stati tanti a disputare una stagione disastrosa ed alla guida dei flop c’è sicuramente Rolando Bianchi, comparsa senza gol in campionato all’Atalanta, al quale fanno buona compagnia i greci Christodoulopoulos e Kone rispettivamente dimenticabili in maglia Verona e Udinese. Sempre guardando alla Serie A, bisogna dire che Chievo e Parma si aspettavano decisamente di più da Gamberini e Belfodil così come in Serie B su Stojanovic puntavano prima il Bologna e poi il Crotone. Cinque gol non bastano a promuovere la stagione di Paponi ad Ancona mentre a Cremona il difensore Bassoli ha avuto troppi problemi fisici per imporsi al pari dello sfortunato attaccante Cipriani che ha tentato il rilancio al Savoia.

Stagione da spettatore per Michelangelo Albertazzi al Milan (ph. Zimbio)

Stagione da spettatore per Michelangelo Albertazzi al Milan (ph. Zimbio)

I fantasmi – Alcuni ex rossoblù chiudono infine la stagione quasi senza vedere il campo e tra essi spiccano sicuramente i portieri Curci e Lupatelli, completamente inutilizzati a Roma e Firenze, ed il centrocampista Guarente, che ha collezionato solo 7′ di impiego e troppi infortuni. Non è andata meglio al difensore Albertazzi, rimasto al Milan per giocare uno scampolo di partita in Coppa Italia dopo al discreta stagione al Verona, o al centrocampista Della Rocca, impiegato solo nel finale di stagione a Palermo. Stagione sprecata in Serie B anche per il difensore Esposito al Latina e soprattutto per l’attaccante Capello passato a gennaio dal Cagliari al Varese per restare sempre e comunque in panchina. Infine è stato meno di mezzora complessiva il tempo concesso dalla Spal in campionato alla punta Veratti, impiegato solo in Coppa Italia.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *