La Supercoppa è della Fortitudo: battuta Scafati in finale


La Fortitudo vince la Supercoppa battendo 72-70 Scafati. Ottimi Mancinelli, Knox e Roberts e buona intensità per gli uomini di Boniciolli

– di Luca Corbelli –

La Fortitudo vince la Supercoppa 2016 (ph. Fortitudo)

La Fortitudo vince la Supercoppa 2016 (ph. Fortitudo)

La Fortitudo vince meritatamente la Supercoppa. Pur con le assenze di Ruzzier e Italiano sembra essere più squadra e già ad un buon livello di intensità, Mancinelli è il  vero leader di questo gruppo in questo momento, ma è anche vero che se Knox assicura pericolosità dentro all’area sembra imprescindibile il talento in attacco di Roberts che spesso con iniziative personali di grande impatto cava le castagne dal fuoco per il team di Boniciolli.

Scafati impressiona per la grande capacità di assecondare il lavoro di un allenatore arrivato da appena 5 giorni, Markovski, e se questo è il risultato dopo pochissimo tempo proviamo ad immaginarci cosa possa succedere tra qualche mese anche con l’inserimento dello straniero che oggi mancava, potenziale altissimo….
Prova negativa in casa F sicuramente da parte di Campogrande che passa attraverso la partita commettendo 4 falli e uno 0 su 3 al tiro nei non pochi 25′ in cui sta in campo.
Per Scafati,  Ammannato che realizza l’intero fatturato della sua partita nei primi 6 minuti per poi sparire, gioca apparentemente 25′ ma in definitiva solo 6′.
La partita era incominciata subito con un padrone che è la squadra di Boniciolli,aggressività difensiva gioco spumeggiante; a sorpresa Markovski inserisce il mattatore della gara precedente, Fantoni, sono nel finale del primo tempo che si chiude sul punteggio di 20 a 15 a favore della Fortitudo, dominante con la fisicità dei propri lunghi (soprattutto Knox).

Mancinelli premiato come MVP (ph. Fortitudo)

Mancinelli premiato come MVP (ph. Fortitudo)

Due curiosità, Scafati chiude il primo quarto con 2 falli di squadra e riesce a prendere 5 rimbalzi in attacco.

Sugli scudi Knox con 9 punti e Ammannato con 6.
Il secondo quarto riserva sorprese, la Fortitudo non riesce a mantenere il proprio gioco interno in virtù dei 3 falli commessi da Gandini e da Knox  e anche se raggiunge il massimo vantaggio sul 35 a 22 a 3’12” chiude il secondo quarto in netta confusione tanto che coach Boniciolli chiama 2 time out nel giro di 43 ” e Scafati ne approfitta per portarsi sul 40 a 35 di finale di secondo quarto.
Fisher dimostra di non essere quello della sera precedente contro Treviso ma un signor giocatore e chiude questi primi due quarti con 14 punti al suo attivo.
Il terzo quarto si apre con il quarto fallo di Gandini dopo 40″ ma Scafati entra nel bonus dopo solo 55″.
La Fortitudo non ne approfitta e Scafati opera il primo sorpasso sul 42 a 43 quando mancano 8’12” alla fine del
terzo quarto, la partita è molto bella dal punto di vista dell’intensità ma in campo c’è anche una grande confusione.
Knox commette il suo quarto fallo quando manca 3’24” alla fine del quarto, massimo vantaggio di Scafati 48 a 52 che nel momento di maggior inerzia a proprio vantaggio si perde e comincia ad affidarsi costantemente al tiro da 3 punti senza ottenere un grande bottino. il terzo quarto finisce sul 53 a 52 a per la Fortitudo.
L’ultimo quarto è sulla falsa riga del precedente. Kontatto affidandosi ad un concreto Mancinelli e un superlativo Roberts comanda quasi sempre di 6/8 punti ma prima Knox a 3’18” e poi Gandini a 1’20 commettono il loro 5 fallo e Scafati si porta ad un solo possesso, l’ultimo tiro da parte di Scafati è sul ferro e la Fortitudo si aggiudica la prima  con il punteggio di 72 a 70.

Fortitudo-Scafati 72-70
(20-15; 40-35 – 53-52)
Fortitudo: Mancinelli 16, Candi 8, Torricelli, Campogrande, Montano 4, Errera, Gandini 5, Raucci 5, Roberts 19, Knox 15. All: Boniciolli
Scafati: Fischer 22, Di Palma, Crow 11, Fantoni 7, Baldassarre 3, Ammannato 6, Panzini 6, Perez 2, Matrone, Santiangeli 12. All: Markovski

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *