La Svezia sulla strada per i Mondiali: sorteggio sfortunato per l’Italia


L’Italia dovrà superare la Svezia nel playoff per poter accedere ai Mondiali di Russia. Andata in trasferta il 10, ritorno probabilmente a San Siro

– di Marco Vigarani –

La Svezia è arrivata seconda nel Girone A dietro alla Francia ma davanti all’Olanda (ph. Zimbio)

Poteva andare meglio. Non si tratta di cercare alibi visto che comunque l’Italia si è guadagnata sul campo questo lavoro supplementare non riuscendo ad accedere direttamente al tabellone principale dei Mondiali. Semplicemente su quattro avversari disponibili gli Azzurri hanno trovato quello che probabilmente opporrà la resistenza più strenua: si tratta della Svezia. Orfani di Ibrahimovic, gli scandinavi del ct Andersson hanno avviato un rinnovamento all’insegna dei giovani potendo però contare anche su elementi già dotati di buona esperienza internazionale e, fatto non trascurabile, con un passato o un presente nel nostro calcio. Giocavano infatti in Serie A tanto Granqvist quanto Ekdal mentre ci militano ancora oggi Krafth, Helander e Rohden. Puntando sui gol di Berg e Guidetti, la Svezia affida le chiavi del proprio gioco a Toivonen e Forsberg, una coppia che rappresenta perfettamente la staffetta tra il passato ed il futuro, mentre in difesa spicca Lindelof. Nel Girone A vinto dalla Francia, i ragazzi in giallo si sono tolti la soddisfazione di battere la capolista e hanno contribuito all’eliminazione dell’Olanda.

Il ct Giampiero Ventura, assente ai sorteggi, ha spiegato: “La Svezia è un avversario forte, che merita il massimo rispetto. Ci prepareremo alla doppia sfida di novembre con fiducia e determinazione: nessuno ha mai preso, nè prende ora, in considerazione l’ipotesi di non andare al Mondiale. Ci accompagnerà l’amore degli italiani: la storia insegna che nei momenti senza appello è sempre stato così. In Russia si va tutti insieme“. In precedenza il commento a caldo era stato affidato al team manager Gabriele Oriali che aveva ammesso: “Poteva andarci meglio ma lo accettiamo: siamo l’Italia, abbiamo tradizione e siamo positivi anche se l’avversario è difficile. Speriamo anche di recuperare qualche giocatore infortunato: dovremo essere tutti al meglio“. La gara d’andata si giocherà il 10 novembre in trasferta, quella di ritorno probabilmente a San Siro il 13.

Per quanto riguarda le altre tre sfide la Svizzera ha trovato nell’urna l’Irlanda del Nord, alla Croazia è toccata in sorte la Grecia ed infine la Danimarca dovrà vedersela con l’Irlanda.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *