La verità su Hillsborough: polizia responsabile della strage


Nel 1989 a Hillsborough morirono 96 persone per la finale di FA Cup e solo ieri si è arrivati alla verità su quella tragedia causata da inefficienze della polizia

– di Marco Vigarani –

Immagini eloquenti della tragedia di Hillsborough (ph. E&T)

Immagini eloquenti della tragedia di Hillsborough (ph. E&T)

Tutti ricordano o almeno hanno sentito parlare della tragedia dell’Heysel ma c’è un altro fatto di cronaca tragico che ha macchiato di sangue il calcio internazionale sul finire degli Anni 80 e che solo ieri ha finalmente visto la giustizia trionfare. Il 15 aprile 1989 all’Hillsborough Stadium di Sheffield si giocava la semifinale di FA Cup tra Liverpool e Nottingham Forest e quel maledetto pomeriggio 96 persone non tornarono mai a casa. La maggior parte delle vittime era giovane o giovanissima e fu condannata ad una morte orribile mentre ben 776 furono i feriti che ebbero bisogno di cure mediche. La verità su quanto accadde nell’impianto di Sheffield però è emersa definitivamente solo ieri dopo 27 lunghi e terribili anni. Ovviamente il settore destinato ai sostenitori del Liverpool si rivelò ben prestoinsufficiente per contenere tutti i tifosi presenti e così rimasero all’esterno dell’impianto quasi in 5mila che premevano per entrare. La polizia allora decise di farli passare da un ingresso che portava al settore centrale della tribuna e quella scelta scriteriata diede il via al massacro con centinaia di persone schiacciate dalla folla incanalata verso un settore già colmo: ad aggravare ulteriormente il disastro fu presa la decisione di non consentire l’immediato deflusso sul terreno di gioco aprendo le barriere ed il cordone di polizia. Il risultato fu una vera e propria mattanza.

L'omaggio alle vittime di Hillsborough (ph. The Telegraph)

L’omaggio alle vittime di Hillsborough (ph. The Telegraph)

Immediatamente però le forze dell’ordine britanniche cercarono di minimizzare le proprie responsabilità per la strage di Hillsborough additando a principale causa del tragico evento la brutalità dei tifosi del Liverpool con la compiacenza del quotidiano The Sun che arrivò a pubblicare una serie di testimonianze fasulle su atti di sciacallaggio e vilipendio ai cadaveri. Ieri però è stato completamente ribaltato il verdetto del 1991 (allora si parlò di morte accidentale) grazie agli elementi raccolti nell’inchiesta più lunga della storia giudiziaria inglese ed esaminati nel corso di un processo durato oltre due anni. Pur non essendoci imputati da condannare, la giuria ha indicato le gravissime inefficenze della polizia nella pianificazione e nella gestione dell’evento come le cause della tragica strage di Hillsborough ed uno studio ha addirittura rilevato che ben 41 vittime avrebbero potuto essere salvate agendo diversamente. L’attuale capo della polizia del South Yorkshire David Crompton ha commentato il verdetto dicendo: “Voglio scusarmi senza riserve con le famiglie e con tutti coloro che sono stati colpiti da questa tragedia“. Fuori dal tribunale i familiari delle vittime hanno intonato un commovente “You’ll never walk alone”: l’inno del Liverpool per accompagnare la giustizia.

Print Friendly, PDF & Email


Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *