La Virtus non sostituisce Ray che farà beneficenza


La Virtus non ha trovato un sostituto per l’infortunato Allan Ray e quindi lo aspetterà. Il ragazzo intanto farà ammenda del tweet polemico sostenendo un’iniziativa benefica

– di Marco Vigarani –

Un grande Ray non basta alla Virtus (ph. Virtus)

Non è stato individuato sul mercato un sostituto adeguato per Allan Ray (ph. Virtus)

Poco più di ventiquattro ore fa la Virtus si era messa a caccia scandagliando il mercato comunitario a caccia di un sostituto in grado di rendere più sopportabile l’assenza forzata dal campo di Allan Ray. Il capitano bianconero infatti dovrà stare lontano dal campo come minimo per due settimane e, in una situazione già difficile in particolare per il reparto esterni, Valli ed i suoi collaboratori avevano pensato di ingaggiare un nuovo atleta per non accorciare ulteriormente le rotazioni. Una sola giornata di valutazioni ha però suggerito alla Virtus di tornare sul suo proposito e rinunciare all’idea: il rapporto costo-beneficio infatti sarebbe stato insensato per un club che ogni anno cerca di fare dell’attenzione alle spese uno dei suoi punti di forza. Spendere qualche decina di migliaia di euro ad inizio stagione sarebbe stato un handicap anche in vista di un proseguimento che potrebbe richiedere nuove risorse a maggior ragione se uno dei nuovi americani dovesse continuare a non convincere.

Nessuna addizione al roster bianconero e tanta speranza nel lavoro dello staff medico confidando in un recupero anticipato di Ray dall’infortunio. Nel frattempo però è rientrato anche il caso del tweet polemico dello stesso statunitense che, in seguito ad un colloquio avuto con Crovetti, ha puntualizzato con una nota ufficiale in cui spiega: “Sono molto dispiaciuto che questa frase su Twitter sia stata male interpretata, dando una cattiva idea della professionalità del management e dello staff sanitario della Virtus. Ho deciso di giocare a Pesaro per aiutare la squadra, anche se non ero in buona forma. Ieri notte ero molto triste perché questo nuovo infortunio mi farà perdere altre partite. Per dimostrare che non sono scuse di facciata, sosterrò un evento di charity che sarà presto organizzato dal nostro sponsor Pall-Ex Italia, per aiutare bambini meno fortunati di me“.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *