La Virtus può tenere Vitali e punta Lawson


In occasione della presentazione di Ndoja e Rosselli, punto della situazione in casa Virtus per il gm Trovato ed il ds D’Orta

– di Marco Vigarani –

Una grande prova di Michele Vitali non è bastata a battere Venezia (ph. Virtus)

Michele Vitali potrebbe restare in bianconero (ph. Virtus)

Prende lentamente forma anche il futuro della Virtus che ieri pomeriggio ha presentato Ndoja e Rosselli dopo aver già fatto lo stesso con Michelori ma che soprattutto ha fatto parlare il gm Julio Trovato con i cronisti. “Ci manca un americano nel roster – ha detto – potrebbe essere Lawson e speriamo di chiudere l’affare nei prossimi giorni mentre invece potremmo decidere di tenere il secondo posto libero in vista dello sviluppo della stagione. Sugli esterni abbiamo in ballo un discorso con Michele Vitali che vorremmo trattenere facendogli capire quanto sia bello ed importante per lui giocare una stagione con noi in A2. Se riusciremo a tenerlo con noi allora potremmo partire con un solo americano e poi vedere in seguito. Per Spissu mancano solo le firme, ma lo considero un affare fatto“. Prima di far parlare i due nuovi atleti, ha poi parlato anche il nuovo direttore sportivo Valeriano D’Orta che ha ammesso: “Ovviamente per me è una grande emozione far parte di questa società con un presidente pluristellato che da allenatore ha vinto alcuni scudetti. Nasco come allenatore e per me è ancora più importante. Sono ovviamente contento e assetato di cominciare e portare il mio contributo alla Virtus per cercare di costruire quello che ci siamo prefissati per questa stagione. Sappiamo quali sono le regole: conta essere pronti ai playoff, la stagione va giocata per crescere in vista della post season e bisogna imparare a riemergere dopo le sconfitte e a reagire ai momenti di difficoltà. Questa piazza è più esigente di altre e credo che questo aiuterà la squadra a temprarsi prima“. La squadra inizierà il ritiro il 17 agosto e già la prossima settimana sarà presentata la nuova campagna abbonamenti con leggeri sconti rispetto all’anno scorso.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *