La Virtus risorge e brilla nel finale, Sassari è battuta


Bella prestazione della Virtus che sconfigge i campioni in carica di Sassari per 92-87 al supplementare dopo una lunga rincorsa. Odom mvp ben supportato da Pittman e Gaddy

– di Marco Vigarani –

La grinta di Odom contro Sassari (ph. Corriere dello Sport)

La grinta di Odom contro Sassari (ph. Corriere dello Sport)

Cinque sconfitte consecutive sul groppone, l’assenza perdurante del capitano e uomo simbolo Ray, un taglio in arrivo ed un ultimo posto solitario in classifica: gli elementi per assistere ad un disastro alla Unipol Arena c’erano davvero tutti. Aggiungendo poi al mix la presenza dall’altra parte del campo dei campioni in carica di Sassari, sembrava tutto pronto per la mazzata finale ai sogni della Virtus spalancando le porte dell’incubo retrocessione. Dopo 45′ di battaglia vera però sono stati i sardi ad uscire sconfitti dalla casa bianconera combinando tanto demerito proprio ad una prova generosa anche se poco lucida dei ragazzi di Valli che hanno regalato una notte di festa al proprio pubblico dopo tante settimane di bocconi amari. La Virtus è riuscita a riprendere una gara compromessa e portare finalmente a compimento una rimonta pur se messa in discussione da un crollo dell’attenzione nei minuti finali del supplementare ed ora guarda al futuro con qualche certezza in più ma soprattutto con la speranza di ritrovare punti nelle mani: Ray e magari un nuovo innesto.

Prova in crescendo per Gaddy, capitano in assenza di Ray (ph. Virtus)

Prova in crescendo per Gaddy, capitano in assenza di Ray (ph. Virtus)

Il primo quarto è stato giocato su ritmi piuttosto alti da entrambe le formazioni con Sassari aggrappata al fisico di Alexander ed alle bombe di Logan contrastate dalla grinta del bianconero Mazzola aiutato da Fontecchio (pur se colpevole di diverse palle perse) e da Odom che ha finalmente fornito una prova non solo convincente ma soprattutto continua nell’arco dell’intera partita. I ragazzi di Sacchetti hanno cercato l’allungo prima dell’intervallo lungo affidandosi al tiro dalla lunga distanza mentre la circolazione bianconera non convinceva fino in fondo ma portava almeno Vitali e compagni in lunetta con medie discrete utili non solo a limitare i danni ma a tentare anche un breve sorpasso sul 27-26. Il bombardamento sardo dall’arco è ripreso nel terzo periodo con Haynes e Stipcevic ad aiutare Sacchetti mentre gli uomini di Valli hanno iniziato a cercare con insistenza Pittman sotto canestro trovando fisicità, punti importanti ed aumentando il conto dei falli per gli ospiti. Con Gaddy incisivo anche in attacco, la Virtus ha poi trovato i primi ed insperati punti di Williams che hanno portato ad un quarto finale in cui la mira è diventata per tutti più storta sporcando le medie e riducendo lo svantaggio bianconero. Qualche discutibile fischiata avversa (compreso in quinto fallo di Pittman) ha scaldato il caloroso pubblico che ha accompagnato i felsinei al sorpasso purtroppo non decisivo anche se al supplementare Sassari ha ceduto di schianto consentendo un allungo significativo. Negli ultimi giri di lancette però la Virtus ha cercato di buttare via la partita con una sciagurata serie di nefandezze spazzate però via dalla tripla liberatoria di Vitali che ha fissato il punteggio sul 92-87 finale.

Conferenza stampa liberatoria anche per il coach Giorgio Valli che dopo la vittoria ha spiegato: “Abbiamo vinto e l’abbiamo fatto contro i campioni d’Italia quindi il merito deve andare a tutti e cito ad esempio Cuccarolo e Williams ma anche la leadership di Gaddy, la ripresa di Pittman, la gara di Odom e la generosità di Fontecchio e Vitali che non erano al meglio. Questi ragazzi ci mettono sempre tutto e credo che meritino sempre l’affetto della loro gente così come la società che ci mette nelle migliori condizioni possibili per lavorare serenamente. Non siamo i San Antonio Spurs ma cerchiamo di trovare un po’di salute in più e continuare così“.

OBIETTIVO LAVORO BOLOGNA – BANCO DI SARDEGNA SASSARI 92-87
(18-20; 37-41; 58-65; 76-76)
OBIETTIVO LAVORO BOLOGNA: Pittman 16, Fabiani NE, Vitali 8, Cuccarolo 2, Gaddy 17, Williams 7, Fontecchio 8, Mazzola 10, Oxilia 0, Ranocchi NE, Odom 24. All. Valli.
BANCO DI SARDEGNA SASSARI: Haynes 10, Petway 0, Logan 33, Formenti 0, De Vecchi 0, Alexander 15, D’Ercole 0, Marconato NE, Sacchetti 14, Stipcevic 8, Eyenga 6, Varnado 1. All. Sacchetti.
Arbitri : Taurino, Bartoli, Di Francesco
NOTE: t2 BO 22/39 SS 13/29; t3 BO 4/13 SS 15/37; tl BO 36/45 SS 16/19; rimb BO 26-5 SS 20-8.

Classifica
Pistoia 12; Trento, Venezia, Milano 10; Brindisi, Sassari, Cremona, Reggio Emilia 8; Caserta, Varese, Capo d’Orlando 6; Cantù, Avellino, Pesaro, Bologna, Torino 4.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *