La Virtus sbanca Casale in Gara4 e vola ai quarti con Roseto


Vittoria netta della Virtus 54-70 a Casale in Gara4 con una grande prova di squadra e chiude la serie. Fra una settimana i quarti contro Roseto

– di Marco Vigarani –

Grande prova di Klaudio Ndoja in Gara4 a Casale (ph. Resto del Carlino/Ciamillo)

Dopo il volto affaticato e teso dalla fatica, dopo le lacrime della sconfitta e quelle della vittoria, la Virtus in Gara4 ha messo in mostra il suo aspetto più rassicurante sbancando Casale Monferrato con una vera e propria prova di forza. Sempre in controllo nonostante l’assenza di Spissu, i bianconeri hanno condotto in porto con autorevolezza la gara nonostante una prova normale degli americani e si sono guadagnati qualche giorno di riposo extra prima di iniziare la prossima battaglia. Ai quarti l’avversario sarà Roseto che ha liquidato Legnano per 3-1. Di colpo, nella gara più insidiosa anche a causa della stanchezza, Ramagli ha trovato la chiave per risolvere tutti i suoi problemi vincendo la sfida a rimbalzo, evitando la trappola della zona e mandando in tilt l’attacco avversario. Il primo quarto ha vissuto di parziali e controparziali: prima Rosselli e Gentile a guidare il buon 8-0 bolognese, poi Denegri a definire il contro 7-0 e quindi Umeh a dare vita ad un nuovo 10-0 in cui trova sorrisi da lontano anche Ndoja. Il cuore dell’ex Blizzard non basta e la Virtus scappa via dopo i primi minuti di anemia del secondo periodo grazie a Spizzichini e Lawson ma trovando anche qualche buono spunto da Penna. Si arriva all’intervallo lungo sul 21-39 ma in avvio di terzo quarto Casale prova a rientrare aggrappandosi a Tomassini e Tolbert, gli uomini di Ramagli evitano il consueto blackout e si affidano alla grinta di Rosselli e Ndoja per mantenere le dovute distanze ed allungare fino addirittura fino al +21 sul 29-50. La partita di fatto è già in archivio, le folate piemontesi sono poco più che velleitarie e la Virtus trova con Gentile e poi ancora Ndoja i canestri per chiudere la pratica e festeggiare la qualificazione.

A fine gara ecco le parole di coach Ramagli: “Innanzitutto complimenti a Casale. La partita però l’abbiamo fatta noi stando sempre avanti mostrando lucidità. Non era semplicissimo venire qua dall’1-1 di venerdì con Spissu fermo e Spizzichini con problemi ad un alluce ma abbiamo comunque chiuso la serie a 4. Adesso abbiamo una settimana per recuperare energie, non facciamoci prendere dall’ansia ma consapevoli di essere un pochino più forti e consapevoli rispetto a quando la serie è iniziata. Ora avremo Roseto, squadra molto diversa rispetto a questa: una formazione di talento“.

NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO-VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 54-70
(15-25, 21-39, 36-55)
NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO: Tolbert 10, Nikolic, Denegri 4, Tomassini 6, Natali 3, Blizzard 13, Di Bella 9, Martinoni 4, Severini 5, Valentin, Bellan ne, Ielmini ne. All. Ramondino.
VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: Spissu ne, Umeh 9, Pajola, Spizzichini 2, Ndoja14, Rosselli 14, Michelori 1, Oxilia, Gentile 7, Penna 10, Lawson 12, Bruttini 1. All. Ramagli.

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *