La Virtus sbanca Udine e riprende a correre, Umeh batte Ray


Vittoria importante a Udine per la Virtus che trova in Umeh e Lawson due grandi finalizzatori. Sconfitto l’ex capitano Ray comunque protagonista

– di Marco Vigarani –

Umeh ha aiutato la Virtus a vincere a Udine (ph. Virtus)

Umeh ha aiutato la Virtus a vincere a Udine (ph. Virtus)

In attesa di affrontare Treviso mercoledì sera sul parquet amico, la Virtus ha ripreso ora la sua marcia sbancando Udine con una prova di forza e soprattutto di grande maturità. I bianconeri di Ramagli hanno sconfitto l’ex capitano Ray grazie ai suoi americani e con tre italiani solidissimi come Spissu, Rosselli e Penna ma soprattutto controllando praticamente sempre la gara e chiudendola nel momento giusto. Lawson è stato il grande protagonista del primo quarto di gara con Ray e Okoye a cercare di contenere il divario ma nel secondo periodo è arrivato anche Umeh a dare man forte al compagno di squadra. La Virtus comunque non è riuscita a prendere subito il largo ed anzi ha dovuto anche rimontare un minimo svantaggio a metà periodo arrivando all’intervallo lungo a suon di canestri tra Umeh e Ray. Udine si è giocata così le sue carte in avvio di terzo quarto trovando però sulla sua strada ancora uno splendido Lawson ben aiutato da Michelori e Rosselli che ha continuato a fare la sua parte anche nel decisivo allungo arrivato nel quarto periodo anche grazie ai canestri del giovanissimo Penna, assoluto protagonista nel momento fondamentale dell’incontro. A poco contano i canestri finali di Truccolo che non evitano comunque un passivo pesante per gli uomini di Lardo.

Soddisfatto ma realista coach Ramagli che alla fine ha detto: “Quando loro hanno piazzato il break nel terzo quarto noi abbiamo spaccato la partita a nostro favore. È stata una partita di aggressività nella quale abbiamo raccolto i frutti del nostro lavoro nell’ultimo quarto, quando le energie degli avversari sono calate. Se devo fare un nome dico che la partita l’ha spaccata Andrea Michelori, sono molto soddisfatto dei minuti che riusciamo a dare ai nostri giovani in momenti importanti. Proseguiamo per questa strada senza festeggiare, pizza in pullmann e via: mercoledì giochiamo“.

GSA UDINE-SEGAFREDO BOLOGNA 76-94
(20-26; 35-40; 59-63)
GSA UDINE: Diop ne, Castelli 10, Okoye 14, Zacchetti 4, Truccolo 13, Nobile, Cuccarolo, Traini 4, Pinton 5, Ferrari 8, Chiti ne, Ray 18. All: Lardo.
SEGAFREDO BOLOGNA: Spissu 11, Umeh 22, Pajola, Spizzichini 2, Petrovic, Rosselli 15, Michelori 8, Oxilia, Penna 12, Lawson 24. All: Ramagli.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *