La prima volta di Galabinov, il riscatto di Rizzo e Improta. Male Britos


Nel weekend Galabinov ha segnato il suo primo gol in A ma hanno sorriso anche Rizzo ed Improta così come Troianiello e Paponi. Espulso Britos

– di Marco Vigarani –

Galabinov batte Buffon dagli undici metri e realizza il suo primo gol in Serie A (ph. Daniele Buffa/Image Sport)

Nell’appuntamento settimanale con gli ex rossoblù incontriamo belle storie di riscatto che travalicano i confini tra le categorie. Probabilmente l’immagine da copertina è quella del 28enne Andrej Galabinov che, pur sconfitto, è riuscito a segnare finalmente il suo primo gol in Serie A. Trafiggendo Buffon dagli undici metri, l’attaccante bulgaro ha infranto un tabù e si è regalato un momento da ricordare per tutta la vita. Altrettanto emozionante e storica la rete messa a segno da Luca Rizzo con uno splendido tiro a giro che ha consentito al ragazzo di sorridere dopo tanti mesi di sofferenza ed infortuni ma anche alla Spal di conquistare la prima vittoria della propria avventura nel massimo campionato italiano. Altrettanto sfortunato a livello fisico nel recente passato anche l’attaccante Riccardo Improta che però ha avuto un ruolo fondamentale nel successo per 3-0 del Bari sul Cesena prima infilando con potenza e precisione in rete il tiro del vantaggio e poi consegnando ad un compagno il facile pallone del raddoppio. Scendiamo ancora nella ritrovata Serie C per incontrare un altro gol sorprendente che porta la firma del veterano Gennaro Troianiello, da quest’anno anima della Sambenedettese. Non può però neanche passare sotto silenzio la doppietta di Daniele Paponi in maglia Juve Stabia comprendente un rigore calciato con freddezza ed una splendida palombella a giro che ha sorpreso il colpevole portiere avversario.

Dura appena 24′ la gara di Britos contro il Brighton: rosso diretto per l’uruguaiano (ph. Daily Star)

Lo sguardo al panorama degli atleti passati negli anni scorsi da Bologna però si allarga come sempre anche ai campionati esteri partendo addirittura dall’Europa League con il rigore trasformato con freddezza da Lazaros Christodoulopoulos che ha permesso all’AEK di dare il via al netto successo sul Brugge e di conquistare così l’accesso al tabellone principale della competizione. Inutile invece il decimo assist stagionale (quinto consecutivo in altrettante gare) offerto in Canada dallo svizzero Blerim Dzemaili nel corso della netta sconfitta subita dal Montreal Impact nel derby contro Toronto. Significativa solo per il tabellino anche la rete di siglata dal difensore danese Frederik Sorensen nel ko per 3-1 imposto al suo Colonia dall’Amburgo nel quale invece ha realizzato un assist l’altro ex rossoblù Albin Ekdal. La vicenda meno fortunata arriva però dall’Inghilterra ed in particolare dal match tra Watford e Brighton che ha visto il centrale Miguel Angel Britos lasciare il campo dopo meno di mezz’ora a causa di un intervento sconsiderato che gli è costato l’espulsione diretta.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *