Lampo Dzemaili, il Bologna espugna lo Scida: è 1-0 al Crotone


Basta un gol dello svizzero per risolvere la pratica in terra calabrese, al netto di una prestazione certamente non esaltante da parte dei rossoblù emiliani, che rendono ancor più complicata la lotta salvezza dei pitagorici

di Luigi Polce –

Chiunque cercasse la definizione del concetto “massimo risultato col minimo sforzo”, da questa sera ne ha una in più: si tratta del successo del Bologna a Crotone, maturato per via del lampo di Dzemaili dopo 6 minuti nella ripresa. Punizione probabilmente troppo dura per i pitagorici, migliori nel gioco e nell’atteggiamento per larghi tratti della partita rispetto agli avversari. Per Gastaldello e soci, comunque, tre punti che fanno soprattutto morale.

Maietta, ex di turno, affronta Falcinelli (ph. ansa)

Maietta, ex di turno, affronta Falcinelli (ph. ansa)

Quella giocata in terra calabrese è una gara che presenta diversi ex, da una parte e dall’altra. Tra questi c’è Mimmo Maietta, che pochi istanti prima del fischio d’inizio va sotto la curva Sud dello Scida per salutare i suoi vecchi tifosi, ricevendo in cambio applausi misti a fischi complici alcuni trascorsi risalenti ai tempi in cui il centrale vestiva la maglia dell’Hellas Verona. Non c’è troppo tempo per rifletterci su per Maietta, che prende il suo posto in difesa accanto a Gastaldello: è la seconda novità, con Nagy, rispetto al Bologna visto allo Stadium. C’è un’altra differenza rispetto al match di Torino: i ritmi sono decisamente più compassati, e di conseguenza lo spettacolo ne risente. Non a caso, nei primi 18’ si segnalano solo due (deboli) tiri in porta di Falcinelli, al netto di un Bologna comunque migliore dal punto di vista del possesso. I rossoblù di Donadoni, senza grandi sforzi, rischiano seriamente di passare in vantaggio al minuto 22: verticalizzazione perfetta di Dzemaili per Destro, ma il numero 10 da buonissima posizione mastica la conclusione senza creare pensieri a Cordaz. Lo spavento contribuisce a svegliare il Crotone, guidato dalle giocate da Playstation di Palladino e spronato dal suo pubblico che chiede di “tirare fuori gli attributi”: messaggio ricevuto, i ragazzi di Nicola crescono sotto il piano della fiducia e dell’atteggiamento e trasformano in una costante la loro presenza in zona Mirante. Trotta trova pure il gol alla mezz’ora su azione d’angolo, ma l’ex Fulham è in offside al momento della battuta a rete. Da segnalare il doppio infortunio in casa Bologna: nel giro di 13’ Donadoni perde Torosidis e Gastaldello ed è costretto al doppio cambio forzato, inserendo Krafth e Oikonomou. Ulteriori complicazioni in un primo tempo di per sé non facile.

Dzemaili esulta al momento del gol (ph. Corriere dello Sport)

Dzemaili esulta al momento del gol (ph. Corriere dello Sport)

La ripresa inizia allo stesso modo di come era cominciato il primo tempo, ma si sblocca dopo pochi minuti con un lampo improvviso: Dzemaili, indisturbato, fa partire un rasoterra non irresistibile sul quale, però, Cordaz resta pietrificato. È il vantaggio del Bologna, che ha il merito di vivacizzare il match: ancora Dzemaili impensierisce Cordaz, che stavolta se la cava; subito dopo (11’) la risposta del Crotone con Rohden, chiuso dal piede di Mirante. Poi è il turno di Palladino, che stoppa e calcia nello stesso controllo non trovando la porta per questione di centimetri. Al ping-pong risponde Nagy: cavalcata poderosa dell’ungherese, che parte dalla propria area e arriva fino a quella avversaria, scaricando poi per Dzemaili che apre subito per Krejci. Il ceco è bravo nel tiro al volo, ma trova la risposta di Cordaz. Dzemaili protagonista anche al 22’, quando riceve palla dopo una bella giocata di Destro ma incredibilmente deposita la sfera sul fondo, divorandosi un rigore in movimento. Sono fasi concitate della partita, che si scalda ulteriormente con l’ingresso di Simy (invocato a gran voce, tra il serio e il faceto, dal pubblico di casa). I pitagorici si producono nel massimo sforzo per cercare di pervenire al punto del pari, ma non basta: il fortino del Bologna regge fino alla fine.

CROTONE-BOLOGNA 0-1 (primo tempo 0-0)

Marcatori: Dzemaili al 6’ s.t.

CROTONE (4-4-2): Cordaz; Rosi, Ceccherini, Ferrari, Martella; Rohden (dal 31’ s.t. Simy), Capezzi (dal 12’ s.t. Nalini), Crisetig, Palladino; Trotta (dal 19’ s.t. Gnahorè), Falcinelli. All.: Nicola.

BOLOGNA (4-3-3): Mirante; Torosidis (dal 29’ p.t. Krafth), Gastaldello (dal 42’ p.t. Oikonomou), Maietta, Masina; Nagy, Viviani (dal 37’ s.t. Pulgar), Dzemaili; Krejci, Destro, Di Francesco. All.: Donadoni.

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *