Lampo finale di Destro e il Bologna batte il Crotone


Serve un gol in extremis di Mattia Destro al Bologna per battere il Crotone dopo un buon primo tempo ed una ripresa di sacrificio 

– di Marco Vigarani –

Il primo Bologna della stagione al Dall'Ara (ph. Schicchi)

Il primo Bologna della stagione al Dall’Ara (ph. Schicchi)

Il Bologna si ripresenta davanti al proprio pubblico dopo un’estate di chiacchiere e mercato ancora da completare ma anche di lavoro importante agli ordini di mister Donadoni tra Sardegna, Sudtirol ed Austria. Il mister felsineo conferma la formazione vincente una decina di giorni fa affidando le chiavi dell’attacco ancora una volta a Mattia Destro mentre invece il Crotone schiera in attacco il nuovo arrivato Simy insieme a Stoian. Non passano neanche 10 minuti ed i padroni di casa si rendono pericolosi due volte in altrettanti minuti prima con un palo colpito da Krejci poi con Destro lanciato in profondità da Verdi ma ipnotizzato all’ultimo da Cordaz. Gli ospiti si fanno vivi con cross pericolosi e tagliati ma tremano nuovamente al quarto d’ora quando Destro infila il pallone in rete ma l’azione non viene convalidata per posizione di fuorigioco, stessa infrazione rilevata però erroneamente anche al 23′ sullo splendido taglio di Krejci che a sua volta deposita inutilmente la sfera alle spalle di Cordaz. Bologna che si fa nettamente preferire per qualità del gioco soprattutto grazie al movimento costante delle punte che non danno punti di riferimento alla difesa calabrese ma risultato che ostina a non sbloccarsi visto che anche al 36′ la conclusione al volo di Taider si spegne ancora sul palo. Prima della sosta però c’è tempo per un altro brivido con Verdi che si guadagna un rigore ma anche in questo caso la bandierina dell’assistente De Pinto si alza e blocca l’azione.

La grinta di Mattia Destro dopo il gol al Crotone (ph. Schicchi)

La grinta di Mattia Destro dopo il gol al Crotone (ph. Schicchi)

La ripresa parte con gli stessi ventidue atleti in campo ma il Bologna sembra distrarsi e concedere qualche occasione di troppo al Crotone così Donadoni procede a due sostituzioni al 54′ con Maietta infortunato che lascia il posto ad Oikonomou mentre Rizzo rileva Verdi per cercare di aumentare la spinta sulla fascia destra. Un improvviso nubifragio che si abbatte sul Dall’Ara contribuisce a rallentare i ritmi ma soprattutto a facilitare il compito alle sortite offensive dei calabresi che prendono coraggio con il passare dei minuti. Al 70′ di nuovo emiliani in avanti con un diagonale insidioso di Krejci ben servito da Destro ma la stanchezza sembra prendere il sopravvento sui ragazzi di Donadoni che così ad un quarto d’ora dal fischio finale si gioca anche l’ultimo cambio inserendo l’ultimo arrivato Dzemaili per Nagy. Errori in attacco però per il Bologna prima con Destro nel cuore dell’area e poi con Pulgar su una staffilata da lontano che fa la barba al palo e quindi anche con Masina ad un metro dalla porta di Cordaz mentre Nicola inizia ad attingere dalla panchina sostituendo Stoian con De Giorgio. Entra quindi anche Fazzi per Martella sull’esterno ma arriva anche il meritato vantaggio per il Bologna con il protagonista più atteso: Mattia Destro. L’ex romanista, ancora in rodaggio dopo mesi lontano dal campo, controlla un bel lancio di Dzemaili dalle retrovie, difende palla di fisico e brucia Cordaz di destro per poi correre a sfogare tutta la sua gioia sotto la curva Andrea Costa. È la firma decisiva su una vittoria sostanzialmente giusta per un Bologna che ha giocato bene soprattutto nel primo tempo ma poi piazzato il colpo del ko con un cinismo che l’anno scorso purtroppo è spesso mancato.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *