Lanciano-Bologna, le voci dei protagonisti


Dopo la vittoria di Lanciano parlano il mister Diego Lopez e i suoi ragazzi Franco Zuculini e Daniele Cacia

– di Marco Vigarani –

Diego Lopez in conferenza stampa

Diego Lopez in conferenza stampa

Con tre punti pesantissimi conquistati a Lanciano ed un Bologna che gira dopo l’andata a 34 punti in Serie B, il tecnico Diego Lopez si presenta in conferenza stampa soddisfatto ma pronto anche ad una reazione piuttosto dura ancora una volta nei confronti della stampa: “Quello di Lanciano è un campo molto difficile su cui in pochi hanno fatto punti e la nostra gara è iniziata con un rigore a sfavore che secondo me non c’era. Loro sono stati bravi a metterci in difficoltà sulle ripartenze ma noi abbiamo tenuto la palla cercando anche di agire sugli esterni e credo che abbiamo fatto una buona partita. Magari avremmo potuto finire anche sotto 2-0 ma non è successo e abbiamo reagito con quella forza che ho sempre visto in questo gruppo. Sono contento per Cacia perché vive per il gol ma comunque in questi giorni abbiamo parlato e l’ho visto sempre tranquillo visto che anche nell’ultima gara era su tutti i palloni pericolosi che abbiamo messo in area. Anche Garics meritava la riconferma secondo quello che ho visto in settimana. La classifica dice che con qualche punto in più potremmo essere anche più in alto ma abbiamo commesso qualche errore di troppo e stiamo migliorando proprio nei particolari. Soltanto vorrei che non uscissero voci che destabilizzano l’ambiente come quelle su una possibile rivoluzione a gennaio. Si tratta di una delle tante cose che, soprattutto prima di una partita decisiva come questa, non possono che fare male ai ragazzi anche perché con Corvino non ho neanche ancora parlato“.

Arriva poi in zona mista Franco Zuculini che dichiara: “Sono contento per questa vittoria conquistata su un campo difficile sotto tanti punti di vista. Magari abbiamo impiegato del tempo ma alla fine abbiamo capito come dovevamo giocare questa partita e abbiamo fatto il nostro dovere. Personalmente ho entrambe le gambe a pezzi e questa sosta credo che farà bene a me come a tanti compagni. Se poi a gennaio arriverà qualche rinforzo sarà il benvenuto ma credo che abbiamo dimostrato di avere valori importanti. Voglio dedicare questa vittoria a Filippo Fusco, un uomo che mi ha voluto qui e al quale siamo tutti molto legati“.

Cacia, miglior marcatore del Bologna con 4 reti

Cacia è arrivato a quota 7 gol stagionali

È quindi la volta del match winner Daniele Cacia che afferma: “Desideravamo riscattare in particolare l’ultima trasferta in cui abbiamo perso più per colpe nostre che per meriti dell’Avellino. Sono contento per i miei gol perché arrivano nel momento giusto, ne avevo bisogno ma prima di tutto viene sempre la squadra e non importa segnare sempre 20 reti. Non dimentichiamo mai le condizioni dalle quali arriviamo, il fatto che molti di noi in estate siano venuti qui praticamente al buio fidandosi soltanto di Fusco, un direttore sportivo atipico e un uomo come penso che mai ne incontrerò di nuovo nel calcio. Il Catania è un monito per chi sottovaluta le nostre difficoltà iniziali e anzi credo che forse siamo diventati una vera squadra persino in anticipo“.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *