L’avversario del Bologna in Coppa Italia: ecco l’Aquila


Per conoscere chi affronterà il Bologna nel secondo turno della Tim Cup, o più comunemente Coppa Italia, si è dovuto attendere l’esito del primo turno della competizione, dove, dal match fra L’Aquila e Altovicentino, disputato ieri sera, sono usciti vincitori gli abruzzesi (a fatica) per 2-1. La sfida Bologna-L’Aquila si giocherà al ‘Dall’Ara’ domenica prossima, il 17 agosto, probabilmente alle 21.

di Massimo Righi

Inizia la stagione rossoblù sul campo. L’ultima partita ufficiale del Bologna, risale infatti alla scorsa stagione quando si congedò da già retrocessa con l’ennesima sconfitta: 1-0 in casa della Lazio.

Il Bologna affronterà l'Aquila al secondo turno della Tim Cup (ph. bolognafc.it)

Il Bologna affronterà l’Aquila al secondo turno della Tim Cup (ph. bolognafc.it)

Uniti nel Rossoblù – La squadra de L’Aquila, parteciperà al prossimo campionato di Lega Pro nel girone B della serie. C’è un aspetto che lega la società umbra al Bologna ovvero, i colori sociali, rosso e blu. Infatti, il club abruzzese decise di adottare questo binomio cromatico a partire dagli anni venti, in seguito all’arrivo del portiere di origine bolognese Rusconi. Un omaggio importante alla piazza felsinea, che a quei tempi incantava l’Italia con il suo bel calcio. Non esistono precedenti nei campionati professionistici fra Bologna e L’Aquila, che si presenta pertanto come una prima assoluta per entrambe e naturalmente anche per la Coppa Italia.

Focus su L’Aquila – La squadra abruzzese allenata dal marchigiano Giovanni Pagliari, si schiera con un 4-3-1-2, modulo con cui ha anche battuto l’Altovicentino, dopo una gara molto combattuta, risolta solo ai supplementari grazie ad un gol di Del Pinto. La rosa di Pagliari ha subito una discreta rivoluzione nel calciomercato, visti i 16 nuovi innesti, nella quale spiccano il centrocampista Riccardo Perpetuini, classe ’90 scuola Lazio e reduce da due stagioni a Salerno piuttosto importanti in termini di presenze (51) e gol (6), dinamico, duttile e capace di ricoprire più ruoli nella mediana ed il centravanti Claudio De Sousa, 29enne romano (ma di padre angolano), che nelle ultime stagioni si è distinto con le maglie del Chieti e del Murata (campionato di San Marino), a suon di gol, nonostante un grave infortunio patito nel 2009, che pareva avergli compromesso la carriera. Dall’anno scorso gioca con la maglia dell’Aquila dove ha siglato 10 reti nella stagione 2013/14.

C’è spazio per gli ex – Nell’Aquila gioca anche un ex rossoblù, il terzino Ivan Pedrelli, bolognese classe ’86 cresciuto nelle giovanili felsinee, prima di cercare spazio altrove dal 2006 in poi. Inoltre, il centrocampista Nicolas Teggi, cresciuto nelle giovanili del Bologna, ha giocato parte della scorsa stagione con la società abruzzese in prestito dal Carpi, rientrando però in Emilia a fine campionato.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *