Lazio-Bologna, le voci dei protagonisti


Dopo la sconfitta all’esordio contro la Lazio, hanno parlato il tecnico del Bologna Delio Rossi, il club manager Marco Di Vaio ed i giocatori Matteo Brighi e Adam Masina

– di Marco Vigarani –

Delio Rossi in conferenza stampa

Delio Rossi in conferenza stampa

L’esordio difficile ha portato in dote una sconfitta per 2-1 al Bologna che ha fatto visita alla Lazio allo Stadio Olimpico ma nonostante la sconfitta il tecnico rossoblù Delio Rossi non sembra abbattuto in sala stampa quando dichiara: “Nei primi 25 minuti in effetti abbiamo giocato male ma alla fine forse con un pizzico di buona sorte avremmo anche potuto pareggiare alla fine contro una Lazio che comunque ha meritato il risultato. Questo Bologna paga errori di gioventù e gli inevitabili problemi che si incontrano schierando tanti esordienti ma la prestazione c’è stata e ci darà la possibilità di lavorare in settimana. Personalmente ho sposato la filosofia societaria di voler costruire la squadra con ragazzi giovani uniti a qualcuno con più esperienza quindi sapevo che sarebbe stato difficile venire a giocare con tanti calciatori all’esordio qui all’Olimpico e che l’avremmo pagata. Abbiamo corso tanto ma commesso anche molti errori sia tecnici che tattici imputabili proprio alla gioventù. Destro è arrivato da poco e, anche se ha qualità importanti, ho preferito non caricarlo di eccessive responsabilità. Diawara invece è entrato bene in partita ma è giovanissimo e non si può giudicare in dieci minuti“.

Appare piuttosto positivo anche il pensiero di Matteo Brighi che dice: “Nella prima mezzora siamo partiti contratti anche perchè loro sono più avanti a livello fisico ma poi abbiamo fatto gol prima dell’intervallo e questo fattore ci ha aiutati ad accendere la speranza e mantenere viva la partita anche se il pareggio forse sarebbe stato troppo. Prendiamo il lato positivo di questa gara ovvero un Bologna che ha dimostrato di avere la testa giusta per provare a ribaltare la gara con una buona prestazione e l’orgoglio di non mollare. Questa è la ricetta per salvarsi poi speriamo anche che arrivi qualche rinforzo dal mercato a darci una mano ma qui siamo tutti pronti a metterci a disposizione. Sabato poi giocheremo contro un Sassuolo che vuole confermarsi ma in casa noi dobbiamo costruire la nostra salvezza“.

il club manager rossoblù Marco Di Vaio

il club manager rossoblù Marco Di Vaio

Sulla stessa lunghezza d’onda anche il giovane Adam Masina che afferma: “Personalmente ho avuto sensazioni positive e mi sono divertito poi ovviamente avrebbe potuto andare meglio a livello di risultato. La prestazione però c’è stata e abbiamo dimostrato di avere voglia e fame che devono essere le nostre armi per raggiungere prima possibile la salvezza. All’inizio abbiamo subito il ritmo imposto dalla Lazio che ha giocatori di un altro pianeta: immaginavamo che la Serie A sarebbe stata dura e ne abbiamo avuto la riprova. Questo Bologna però ora dovrà lavorare il doppio perchè non avendo grandissime qualità non può permettersi di mollare mai“.

Chiusura infine per Marco Di Vaio, club manager del Bologna ma anche ex calciatore nato nel vivaio laziale, che chiosa dicendo: “Si è vista subito la differenza tra le due squadre: è stato un impatto duro con la Serie A ma nel secondo tempo mi è piaciuta la reazione che abbiamo avuto con grande personalità. Perdere dispiace sempre ma questi ragazzi giovani hanno dimostrato di potersi misurare con questa realtà e di poter crescere anche giocando contro una squadra già rodata come questa Lazio. Il Bologna oggi ci ha messo l’anima e ci aspettiamo ancora qualcosa dal mercato soprattutto in fase offensiva e dopo toccherà al mister procedere all’assemblaggio definitivo. Personalmente poi tornare all’Olimpico dove ho esordito da calciatore per iniziare la mia nuova avventura come dirigente del Bologna è stata una bella emozione“.

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *