Le Effe crolla nel derby e dice addio al primo posto: Forlì dilaga 91-67


Dura lezione per i biancoblù, che privi di coach Boniciolli a causa di un malore prima della gara, crolla rovinosamente nel derby contro Forlì (91-67) dicendo addio alle speranze di primo posto

– di Calogero Destro –

Matteo Chillo, top scorer della Effe nella disastrosa sconfitta di Forlì (ph.Frasca)

Dopo il divieto di trasferta ai tifosi biancoblù e le difficoltà legate alla trasmissione in diretta della partita, il derby contro Forlì, per la Fortitudo, non avrebbe potuto concludersi in modo peggiore. La squadra di coach Comuzzo – che sedeva in panchina al posto di Boniciolli, out a causa di un lieve malore prima della sfida – è stata surclassata dai romagnoli nel secondo quarto, quando un parziale di 26-5 in favore dei padroni di casa ha indirizzato irrimediabilmente la partita, terminata poi sul 91-67. Eppure la Effe non aveva cominciato male, inaugurando la gara col canestro di Cinciarini dopo 2′ di buio totale, per poi portarsi sul +4 col cesto di Okerafor (8 punti in 14′) al 5′. Il parziale forlivese ribaltava dunque il risultato, e, dopo la bomba di Fallucca, si entrava nel secondo periodo sul +1 Unieuro (17-16). Ancora due minuti in cui la retina non si muoveva, fino al 2/2 dalla lunetta di McCamey. Erano gli ultimi punti della Effe da lì ai successivi quattro minuti, quando si decideva la gara grazie al 18-0 dei romagnoli, che con 4 triple in fila piegavano le appena accennate resistenze ospiti (35-18 al 17′). Cinciarini fermava quindi l’emorragia, ma Forlì continuava a far grandinare, tornando negli spogliatoi sul +22 (43-21). Nella ripresa non c’era la reazione che ci si poteva attendere dalla squadra di Comuzzo, sprofondata anche sotto di 3o lunghezze. Ma l’impietoso 91-67 con cui si concludeva la gara mette definitivamente fine alle speranza di vetta dei biancoblù, che non approfittano del k.o. di Triste a Jesi (maturato dopo due over time) e si vedono arrivare alle calcagna Treviso, ormai a una sola partita di distanza dai bolognesi.

Questo un estratto della parole di coach Comuzzo a fine gara: “Partita difficile da commentare. Ci sono sicuramente meriti di Forlì ma da parte nostra non c’è stata una sufficiente energie e combattività per giocarci la vittoria in una partita di questo tipo. Abbiamo perso la sfida a rimbalzo e non siamo stati abbastanza aggressivi. Nel secondo parziale abbiamo fallito una marea di tiri da sotto che poi hanno permesso a loro di scappare. Il divario è stato netto e le statistiche sono chiare. Quando tu non hai energia in questo campionato puoi perdere contro qualsiasi squadra“.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *