Le statistiche di Atalanta-Bologna


L’Atalanta tira di più e meglio del Bologna che allunga troppo la distanza tra i reparti. Le prestazioni degli ultratrentenni rossoblù eguagliano quella del baby Diawara

– di Marco Vigarani –

Cinque parate importanti per Mirante a Bergamo (ph. Zimbio)

Cinque parate importanti per Mirante a Bergamo (ph. Zimbio)

Nel pessimo pomeriggio vissuto dal Bologna a Bergamo è emersa nel finale la certezza che una differenza di soli due gol sia stata un passivo favorevole per i rossoblù che hanno davvero sprecato un’occasione per mostrare il proprio livello di crescita. Il dominio dell’Atalanta si è infatti concretizzato nonostante un possesso palla favorevole al Bologna per il 55% con un ovvio tracollo solo nel finale dovuto all’inferiorità numerica. Tenere il pallone tra i piedi però non ha portato grandi benefici visto che i padroni di casa hanno dominato nelle statistiche più importanti: dai tiri totali (11 a 7) a quelli nello specchio (7 a 3, tutti scagliati da dentro l’area di rigore), dagli assist (3 a 0) alle occasioni costruite (5 a 3). Il Bologna ha invece vinto la sfida dei calci d’angolo (9 a 6) e sorpassato leggermente gli orobici nei falli subiti, nelle palle perse ed in quelle recuperate ma soprattutto Mirante è stato protagonista di ben cinque parate di cui una importantissima su calcio di rigore. Analizzando anche il posizionamento degli atleti sul campo si scopre come l’Atalanta sia stata più virtuosa con un baricentro più alto (50,8m) mentre il Bologna si è attestato dietro la metà campo (48,3m) allungando insolitamente la distanza tra le linee (33,8m). Leggera prevalenza per i rossoblù nella performance chilometrica con 107 km percorsi contro 105.

Le statistiche ufficiali di Atalanta-Bologna fornite dalla Lega Serie A

Le statistiche ufficiali di Atalanta-Bologna fornite dalla Lega Serie A

Giaccherini in azione contro l'Atalanta (ph. zimbio)

Giaccherini e De Roon sono stati i migliori per km percorsi (ph. Zimbio)

Nonostante un’apparente dominanza dell’ex Diamanti, i giocatori più pericolosi sono stati soprattutto Gomez (4 tiri in porta e 2 occasioni da gol) e Pinilla (2 tiri e 2 occasioni) mentre il fantasista toscano ha cercato soprattutto di mettere in moto i compagni confezionando 3 assist ed un solo tiro. Per il Bologna invece il giocatore più pericoloso, almeno secondo i dati di tiro, è stato Brighi con una conclusione nello specchio e due fuori misura. I difensori Maietta, Morleo e Dramè sono stati i migliori in fase di recupero con 3 palloni presi a testa mentre invece Diamanti e Gomez ne hanno persi 4 ciascuno, seguiti a ruota da De Roon e dai rossoblù Brienza (in soli 45′) e Floccari. Se il protagonista più tartassato è stato il mediano Cigarini con 4 falli subiti, stupisce che il calciatore più falloso sia stato invece Raimondi con altrettanti falli fatti: l’esterno orobico ha infatti avuto a disposizione solo 40 minuti di gioco nella ripresa. Per quanto riguarda invece i dati relativi alle performance atletiche, su tutti troviamo praticamente a pari merito l’atalantino De Roon (11,58 km) ed il rossoblù Giaccherini (11,53) inseguiti da Diawara (11,17), Brighi (11,03) e Floccari (11) tutti sopra la soglia degli 11 km percorsi: per il Bologna un ragazzino in mezzo a tanti giocatori esperti.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *