Le statistiche di Chievo-Bologna


Tanto possesso e tiri per il Bologna ma anche troppe palle perse. Brighi domina per performance insieme a Brienza, esordio assoluto per Tabacchi

– di Marco Vigarani –

È di Matteo Brighi la miglior performance in Chievo-Bologna (ph. Zimbio)

È di Matteo Brighi la miglior performance in Chievo-Bologna (ph. Zimbio)

Analizzando i dati statistici forniti dalla Lega riguardo alla sfida di ieri pomeriggio tra Chievo e Bologna, emerge piuttosto nettamente una superiorità degli uomini di Donadoni che parte da un buon 56% di possesso palla di cui quasi 18 minuti trascorsi nella metà campo offensiva. La sensazione quasi di dominio prosegue osservando i 13 tiri (di cui 5 nello specchio) contro i 3 dei clivensi (di cui 1 solo a disposizione di Mirante). Aver collezionato più occasioni, più corner e più falli subiti però non è servito al Bologna per sbloccare una partita in cui sono state anche persi ben 39 palloni (+11 rispetto al Chievo), dato che mostra quanto il lavoro felsineo sia stato poi vanificato da qualche errore. I rossoblù poi non sono risultati solo imprecisi ma anche poco inclini al recupero visto che hanno riconquistato appena 13 palloni contro i 22 ripresi dagli avversari. Se i padroni di casa si sono nettamente affidati al lancio lungo, va segnalato come gli ospiti abbiano preferito insolitamente le azioni manovrate cercando spesso anche la giocata di prima in una sorta di tiki taka al ragù. Un Bologna piuttosto allungato rispetto alle ultime uscite (30,24 metri di lunghezza media) ha però tenuto il baricentro praticamente sulla linea di metà campo (51,68 metri) costringendo gli avversari a stare più chiusi (45,86 metri) e percorso un numero di km sicuramente più elevato (117 contro 108).

statistiche chievo bologna

Le statistiche ufficiali di Chievo-Bologna fornite dalla Lega Serie A

Esordio tra i professionisti per il giovane Aaron Tabacchi (ph. Zimbio)

Esordio tra i professionisti per il giovane Aaron Tabacchi (ph. Zimbio)

Guardando poi alle prestazioni dei singoli atleti si notano subito i 3 tiri in porta di Floccari a cui fanno da contraltare i 3 fuori dallo specchio di Brienza ma anche, in negativo, le ben 10 palle perse da Giaccherini che si sommano alle 6 di Brienza, alle 5 di Mounier e alle 4 di Floccari per un reparto offensivo rossoblù capace di sprecare ben 30 palle (su 39 dell’intera squadra). Un paio di dati interessanti invece riguardano l’oggetto misterioso Krafth che ha fornito due assist e recuperato tre palloni risultando in questo fondamentale il miglior rossoblù in mezzo a tanti clivensi (Gamberini al top con 4). In relazione ai falli commessi davanti a tutti troviamo con 4 interventi irregolari Hetemaj e Brighi il quale però è anche, insieme a tanti gialloblù e Crisetig, uno dei più tartassati con 3 falli subiti. Soprattutto però l’esperto centrocampista ha fornito la performance atletica migliore con 12,35 km percorsi davanti all’altro vecchietto Brienza (12,25) ed al compagno di reparto Crisetig (12,11) mentre Hetemaj e Rigoni hanno superato altri due rossoblù come Ferrari e Krafth comunque tutti sopra gli 11 km. Da segnalare infine l’esordio in prima squadra di Aaron Mattia Tabacchi, attaccante classe 1998 prodotto delle giovanili rossoblù, che è diventato l’866° giocatore della storia del Bologna.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *