Le statistiche di Bologna-Frosinone


Bologna vincente ma surclassato dal Frosinone per tiri in porta e possesso palla. I rossoblù puntano sui recuperi e sulla corsa con Taider che primeggia in entrambe le graduatorie

– di Marco Vigarani –

Taider ha brillato per palloni recuperati e distanza percorsa (ph. Zimbio)

Taider ha brillato per palloni recuperati e distanza percorsa (ph. Zimbio)

Al quarto tentativo, ecco che il Bologna è riuscito finalmente a sbloccarsi mettendo in cascina i primi punti della sua nuova avventura in Serie A ai danni di un Frosinone tecnicamente non eccelso ma sicuramente volenteroso che infatti ha chiuso la gara con un significativo 59% di possesso palla che equivale ad almeno una decina di minuti in più rispetto ai rossoblù di Delio Rossi. Un’altra voce statistica in cui i ciociari hanno nettamente dominato è stata sicuramente quella dei tiri in porta lievitata nel corso della ripresa fino ad arrivare ad un imbarazzante rapporto di 9 a 3 in favore dei gialloblù che aggiungono anche 5 tentativi fuori dallo specchio contro i 4 dei felsinei ma soprattutto due traverse colpite nella seconda fase dell’incontro con Ciofani e Rosi. Se il conto dei corner e delle occasioni da rete è sostanzialmente in equilibrio come quello delle ammonizioni e dei falli commessi, il Bologna può però sorridere per un significativo vantaggio nel numero delle palle recuperate: ben 30 contro 11 degli avversari.

In questo fondamentale ha brillato in particolare Saphir Taider che ha chiuso a quota 6 seguito da Ferrari e Mounier mentre invece il calciatore che ha cercato con più insistenza la porta è stato il frusinate Ciofani che, pur entrando solo al 54′, ha concluso ben quattro volte verso Mirante. Ancora una volta per il Bologna il giocatore offensivamente più produttivo è stato l’esperto fantasista Brienza che ha collezionato un tiro, un assist ed un’occasione da rete mentre invece il teorico bomber Destro ha superato tutti solo per falli commessi (ben 3 di cui uno sanzionato con un’ammonizione). Nonostante una condizione fisica ancora non eccellente, anche in questa occasione sono stati alcuni giocatori rossoblù i migliori in assoluto a livello di distanza percorsa: Taider, Mounier e Pulgar hanno tutti superato gli 11 km con Masina e Ferrari fermi a poca distanza. Buono infine lo sforzo del Bologna nel mantenere abbastanza alto il proprio baricentro attestandosi sui 64 metri a differenza di un Frosinone fermo ai 52 metri.

Nessun esordio assoluto ieri per il Bologna che ha comunque aggiunto un nome al suo elenco dei marcatori visto che il francese Anthony Mounier è diventato il 439esimo atleta a segnare un gol indossando la casacca rossoblù in gare ufficiali.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *