Le statistiche di Bologna-Udinese


Bologna e Udinese si sono equivalse in numerose voci statistiche con i rossoblù che, pur correndo più degli altri, si sono spesso accentrati troppo rinunciando ai cross dal fondo

– di Marco Vigarani –

Mattia Destro lotta con Ali Adnan durante Bologna-Udinese (ph. Zimbio)

Mattia Destro lotta con Ali Adnan durante Bologna-Udinese (ph. Zimbio)

Bologna e Udinese, almeno secondo le cifre complessive della gara, avrebbero potuto concludere sulla perfetta parità la sfida del Dall’Ara visto che numerosi voci statistiche sono praticamente equivalenti: il possesso palla (51% Bologna), i tiri in porta e fuori (3 più 3 a testa), i falli fatti (11 a 10 per i rossoblù) così come palle perse e recuperate. Risulta difficile spiegare la sconfitta degli uomini di Delio Rossi soltanto affidandosi alle due occasioni da gol in più avute dai bianconeri a maggior ragione visto che i felsinei hanno poi avuto due corner in più a disposizione. Sostanziale equilibrio anche nel baricentro delle due squadre che si è attestato in entrambi i casi sui 52 metri. Emerge però sempre più chiaramente che il Bologna sta perdendo la vocazione al gioco verticale cercata per tutto il periodo estivo ed ora accantonata insieme al regista designato Crisetig: i lanci lunghi infatti si sono dimezzati nel corso delle ultime gare. Un altro dato interessante riguarda la provenienza degli attacchi con quelli per vie centrali che hanno doppiato quelli dagli esterni (10 contro 5) a dimostrazione di una continua e forse eccessiva richiesta rivolta da Rossi alle sue ali perchè si accentrino invece di cercare il cross dal fondo.

L’uomo decisivo di questo incontro è stato sicuramente Emmanuel Badu, autore di un gol, due tiri in porta ed altrettante occasioni da rete mentre per il Bologna l’atleta più incisivo è stato il subentrato Franco Brienza che ha creato due occasioni e tirato due volte in porta ma perso anche quattro palloni. Va segnalata la grande crescita durante la gara dell’esterno friulano Ali Adnan che è stato il migliore nei palloni recuperati (5) inseguito dai rossoblù Ferrari e Masina ma soprattutto Destro che sta cercando di rendersi utile alla squadra anche senza trovare la via del gol nè riuscire a tirare in porta. Anche in questa occasione sono ben cinque i giocatori del Bologna a primeggiare per distanza percorsa in partita a testimonianza di una condizione fisica comunque accettabile anche se forse mal incanalata: su tutti Diawara, Masina, Pulgar che hanno superato gli 11 km, seguiti a breve distanza da Ferrari e Mounier. Proprio il francese ha segnato il suo secondo gol in maglia rossoblù nel giorno del suo compleanno pareggiando il conto con il connazionale Antoine Bonifaci che giocò nel Bologna tra il 1955 ed il 1957.

Print Friendly, PDF & Email



One thought on “Le statistiche di Bologna-Udinese

  1. Vecchio Tifoso

    Si dice che Destro sta cercando di rendersi utile, ma ragazzi, ci ricordiamo o no che ingaggio sta percependo, io non ricordo a Bologna un ingaggio cosi importante, Defrel nel Sassuolo fa gol tutte le Domeniche con un ingaggio di quasi 4 volte inferiore, certe persone lo devono ricordare.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *