Le statistiche di Genoa-Bologna


I numeri confermano che il Bologna ha strappato a Marassi una vittoria immeritata. Rossettini l’unico pericoloso dei rossoblù che però corrono sempre più degli avversari

– di Marco Vigarani –

Tre occasioni ed un gol per Rossettini che segna la seconda rete consecutiva (ph. Bologna)

Tre occasioni ed un gol per Rossettini che segna la seconda rete consecutiva (ph. Bologna)

Dire che il Bologna abbia meritato la vittoria sul Genoa sarebbe ingiusto. La squadra di Donadoni è stata infatti per ampi tratti della gara assente ingiustificata costringendo il proprio portiere Mirante ad alcuni miracoli decisivi, ma quello che conta è riuscire a piazzare la zampata decisiva ed in questo fondamentale i rossoblù si sono dimostrati nettamente più cinici degli uomini di Gasperini. Praticamente tutte le voci statistiche collettive sorridono però ai padroni di casa che hanno chiuso con il 58% di possesso palla, collezionato 10 tiri contro i 6 del Bologna, altrettanti corner contro i 7 del Bologna ed obbligato proprio il portiere dei felsinei a quattro parate importanti. La grinta degli ospiti viene però fuori guardando il dato dei palloni persi visto che i 28 del Genoa sono decisamente troppi se paragonati ai 18 dei ragazzi di Donadoni mentre invece le palle recuperate sono 21 pari. Il Bologna inoltre ha tenuto un baricentro piuttosto basso a 46 metri, una buona compattezza tra i reparti con una lunghezza di 23,3 metri ed allargandosi con moderazione a coprire in media 23,5 metri di campo a differenza dei liguri che sono stati più alti e più larghi di una decina di metri.

A proposito di dati individuali spicca sicuramente la pericolosità del match winner Rossettini, migliore del Bologna con 3 occasioni da gol che lo collocano davanti ai genoani Burdisso, De Maio, Gakpe e Pandev. Taider invece è stato il re dei palloni recuperati con 7 che lo collocano di un soffio davanti a Burdisso con 6 mentre sulle palle perse il peggiore è stato l’ex rossoblù Laxalt (6) seguito a ruota da Rincon (5) che è stato anche il calciatore più falloso della gara con 7 interventi sanzionati ma nessun cartellino ai suoi danni. Come ormai tradizione, i giocatori del Bologna si sono confermati atleticamente più performanti degli avversari con 110 km percorsi contro i 103 del Genoa e ben quattro atleti ai vertici di questa speciale classifica guidati dal francese Mounier che ha superato i 12 km individuali. Seconda rete consecutiva per Rossettini ed ottava in carriera da professionista (sesta in Serie A) che gli consente di arrivare già ad un passo dal record assoluto stabilito lo scorso anno a Cagliari di tre marcature in stagione.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *