Le statistiche di Milan-Bologna


Il Milan domina per possesso palla, tiri e corner ma la vittoria è di un Bologna più schiacciato ma come sempre pronto a correre. Massa ha ammonito quasi per un fallo ogni due

– di Marco Vigarani –

Partita strepitosa oggi per Mirante: un muro per gli avanti rossoneri (ph. Zimbio)

Sono 7 le parate di Antonio Mirante che hanno chiuso la porta al Milan (ph. Zimbio)

Vincere ha sempre lo stesso sapore dolcissimo: che avvenga dominando o soffrendo non importa. Ieri pomeriggio a San Siro il Bologna ha dimostrato di saper tenere testa al Milan, stringere i denti durante le sfuriate rossonere ed infine si è portato a casa l’intero bottino quando i dati statistici avrebbero consegnato ai padroni di casa la vittoria. Gli uomini di Mihajlovic non solo hanno concluso l’incontro con un buon 55% di possesso palla (dato a tratti anche superiore), ma collezionato la bellezza di 11 tiri di cui 7 nello specchio della porta di Mirante che è stato costretto ad intervenire in 7 occasioni salvando il risultato con un’altra prestazione sublime. Il Bologna invece ha prodotto esattamente la metà delle occasioni costringendo Donnarumma appena ad un paio di interventi e venendo surclassato anche nel conto dei corner: 10 a 0 per il Milan. Il fatto che la gara sia stata una vera battaglia è però testimoniato dal sostanziale equilibrio tra palle perse e recuperate ma anche tra falli fatti ed ammonizioni in una gara che ha visto curiosamente l’arbitro Massa distribuire 11 cartellini gialli su 25 interventi fallosi: in pratica quasi una sanzione ogni due fischi.

statistiche serie a milan bologna

Le statistiche ufficiali di Milan-Bologna fornite dalla Lega Serie A

Anthony Mounier ha corso più di tutti a San Siro (ph. Zimbio)

Anthony Mounier ha corso più di tutti a San Siro: 12,6 km per il francese (ph. Zimbio)

Anche i dati legati al baricentro dimostrano che il Milan ha cercato di dominare anche fisicamente la gara attestandosi in media sui 56 metri mentre invece il Bologna è rimasto chiuso appena sotto i 46 metri di campo mantenendo però una buona compattezza (lunghezza media 26 metri e larghezza media 29,5). La caratteristica fondamentale della squadra di Donadoni è come sempre però la corsa visto che i rossoblù hanno percorso 116 km contro i 104 degli avversari dominando anche nelle statistiche singole con Mounier davanti a tutti grazie ai 12,6 km che insieme all’assist vincente ripagano per le 5 palle perse, dato in cui purtroppo brilla il match winner Giaccherini (6). Prestazioni fisiche importanti anche per Taider, Brighi e Masina mentre il migliore del Milan è stato Bertolacci che ha anche brillato per i 6 palloni recuperati. A proposito delle performance atletiche dei singoli merita una nota il capitano felsineo Gastaldello che ha chiuso con una velocità media in run di 14,9 km/h. Infine resta da segnalare il terzo gol in campionato di Giaccherini che è già ad una sola rete di distanza dalla migliore annata degli ultimi cinque anni: 4 al Sunderland nel 2013/14.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *