Le statistiche di Sassuolo-Bologna


La quinta vittoria nelle ultime sei trasferte matura dopo una prestazione ai limiti della perfezione, con il Bologna superiore al Sassuolo per tiri in porta, occasioni da gol e chilometri percorsi

– di Luigi Polce –

Grande prova ieri per Diawara, che ha corso più di tutti (ph. zimbio)

Grande prova ieri per Diawara, che ha corso più di tutti (ph. zimbio)

E’ un Bologna da trasferta, c’è poco da fare. Lo dicono i numeri, e quelli difficilmente mentono: i rossoblù, con Rossi prima e Donadoni poi, hanno vinto 5 delle ultime 6 trasferte disputate. Un ruolino impressionante, da zone altissime della classifica, purtroppo non sempre accompagnato da risultati altrettanto positivi al Dall’Ara. Da quel gol allo scadere di Adam Masina, che decise il derby col Carpi dello scorso 24 ottobre, i rossoblù non si non (quasi) più fermati: Verona, Genova, Milano e Reggio Emilia sono state espugnate, con l’unico neo rappresentato dalla gara di Torino quando Mirante e soci, privi di Destro in avanti, si resero protagonisti di una delle peggiori prestazioni stagionali, con i granata padroni di casa che comunque sbloccarono il risultato solo nel finale grazie ad una rete, bella ma viziata da un fallo di mano, del “gallo” Belotti. Insomma, quest’anno gode di più chi segue il Bologna in giro per l’Italia, almeno vedendo quanto successo in queste prime 21 giornate. Ieri l’ultimo esempio, con i ragazzi di Donadoni capaci di espugnare un campo sul quale non aveva ancora vinto nessuno. E se nelle ultime trasferte ci si era messa anche un po’ di fortuna, ieri pomeriggio il Bologna ha legittimato senza appello la vittoria. Basta guardare i dati statistici: più tiri in porta (7-2), più occasioni da gol (9-5, di cui 4 per Destro), e maggior numero di chilometri percorsi (116-113), dato che vede premiato il Bologna ancora una volta in questo campionato.

Quinto gol stagionale per Giaccherini (ph. zimbio)

Quinto gol stagionale per Giaccherini (ph. zimbio)

Nel confronto tra moduli speculari (4-3-3 da ambo le parti), la differenza l’ha fatta il centrocampo del Bologna: Donsah è stato autore di una bella prestazione dopo tante panchine consecutive, mentre Diawara e Taider hanno confermato il buon momento: per il regista rossoblù, la solita qualità in mezzo al campo unita a quasi 13 km macinati (il migliore della partita), di poco superiori a quelli percorsi da Taider che è andato anche vicino al gol su un bel suggerimento dalla sinistra di Giaccherini (anche per lui 12 km coperti). Lo stesso Giaccherini che, nella ripresa, ha tirato la partita fuori dalle paludi dello 0-0, inventandosi un gran mancino a giro dopo una poderosa sgroppata sulla fascia destra. Per Giak si tratta del quinto gol stagionale, gli stessi messi a segno da Bonaventura e Saponara: il c.t. Conte non può ignorarlo. Nel finale, a mettere in cassaforte la partita è arrivato anche il classico gol dell’ex: bastano infatti mezzora e due tiri in porta a Sergio Floccari per far subito male a quel pubblico che lo ha fischiato al suo ingresso in campo. Per il numero 99 è il primo gol in maglia rossoblù, speriamo proprio sia solo l’inizio di una lunga serie.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *