LeBron James e Nike per sempre, sulle orme di Jordan


Firmato nei giorni scorsi un contratto a vita da 500 milioni di dollari tra LeBron James e Nike che in futuro renderà il cestista davvero l’erede di Michael Jordan

– di Marco Vigarani –

LeBron James, campione di Cleveland (ph. Zimbio)

LeBron James e Nike insieme per sempre: 500 milioni di dollari la cifra dell’accordo (ph. Zimbio)

In principio fu Michael Jordan e da allora nulla fu più come prima. Proprio nei mesi scorsi si è celebrato il trentesimo anniversario dalla nascita di uno dei sodalizi commerciali più famosi e redditizzi della storia dello sport che dopo tre decadi continua a produrre un fatturato mostruoso. Bisogna però guardare anche al futuro ed è per questo motivo che la stessa azienda ha sottoscritto nei giorni scorsi un nuovo contratto di partnership con LeBron James, erede designato proprio del leggendario Air Jordan e già uomo Nike. La prima firma su un contratto commerciale per l’ala di Cleveland è arrivata addirittura prima di diventare un professionista ma ora si tratta di qualcosa di estremamente diverso: le parti hanno concluso l’accordo per una collaborazione a vita sulla base di una cifra record di 500 milioni di dollari. Mezzo miliardo per legare per sempre il proprio nome e la propria immagine ad una delle aziende più note dell’abbigliamento sportivo che nei mesi scorsi aveva raggiunto un accordo importante anche con un’altra stella NBA come Kevin Durant: dieci anni di legame commerciale a 300 milioni di dollari. Si tratta di una strategia di ampliamento del business ben definita che ha solidissime basi visto che nel corso del solo 2015 gli introiti provenienti dai prodotti legati a LeBron James hanno già ampiamente coperto l’intera spesa futura per l’ala piccola degli Oklahoma City Thunders. Inoltre fra pochi mesi Nike diventerà anche fornitore ufficiale della NBA inserendo, per la prima volta nella storia del campionato professionistico americano, il proprio logo su ogni singola divisa da gioco della lega. “Io e LeBron siamo innamorati e ossessionati per Nike da quando siamo dei ragazzini” ha spiegato al momento dell’annuncio Maverick Carter, il manager che gestisce l’immagine di LeBron. Il cestista, già da anni attentissimo alla gestione del proprio denaro attraverso investimenti mirati, si è così di fatto regalato una sostanziosa pensione per quando non sarà più in grado di calcare il parquet in giro per il mondo e magari il sogno di poter diventare anche nell’immaginario collettivo il vero erede di Jordan.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *