Lettura tattica di Livorno-Bologna


Il Bologna di Lopez fa visita al Livorno di Gautieri per una sfida potenzialmente equilibrata ed animata da interessanti duelli

– di Marco Vigarani –

L'allenatore del Livrono, Carmine Gautieri

L’allenatore del Livrono, Carmine Gautieri

Carmine Gautieri in estate è stato tra i papabili anche per la panchina del Bologna in virtù della sua ortodossa fedeltà al 4-3-3, modulo che però gli ha fatto rischiare seriamente la panchina in queste prime settimane di campionato a Livorno. Alla settima giornata infatti il tecnico napoletano ha invertito la rotta nell’intervallo della sfida contro il Crotone passando ad un 4-4-2 che gli ha consentito di vincere la partita e sbloccare anche mentalmente il suo gruppo che nei due incontri successivi ha rifilato ben dieci gol agli avversari. Gautieri ha quindi ripreso il modulo tanto caro in cui però trovano applicazione praticamente sempre gli stessi uomini senza coinvolgere i componenti della panchina. In particolare va segnalata la quadratura del cerchio in attacco trovata grazie al tridente composto da Cutolo, Vantaggiato e Siligardi a scapito di giocatori importanti come Jefferson e Galabinov. Anche se la compagine toscana ancora non ha trovato continuità di rendimento, tra le mura amiche del Picchi il Livorno appare come una squadra davvero importante capace di segnare dieci gol e subirne soltanto tre.

Sostanzialmente Livorno e Bologna scendono in campo con un’impostazione tattica simile ad eccezione del reparto offensivo in cui i padroni di casa puntano sul dinamismo di tre attaccanti pronti a scambiarsi le posizioni a cui manca un centravanti classico mentre invece gli emiliani chiedono a Cacia di dare profondità alla manovra e ad Acquafresca di dare supporto alla costruzione dell’azione con Laribi pronto ad agire tra le linee. Sarà pertanto interessante scoprire quale delle due difese sarà in grado di limitare meglio le punte avversarie precisando che nell’occasione Maietta e Oikonomou dovranno rischiare qualcosa più del solito sugli anticipi. Molto equilibrata anche la sfida a parità di uomini in mediana dove Matuzalem potrebbe essere affidato alle cure speciali di un uomo (l’esperto Biagianti?) mentre invece la fascia sicuramente più viva potrebbe risultare quella su cui agiranno da una parte Ceccherini e dall’altra Morleo. Da segnalare come finora il terzetto di centrocampo sia stato uno dei punti deboli del Livorno con Gautieri che ha insistito nella disposizione tattica a tre pur non avendo a disposizione uomini adatti ad interpretarla: in tal senso il ritorno di capitan Luci sarà sicuramente un beneficio importante.

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *