Lettura tattica di Ternana-Bologna


Il Bologna in crisi di identità fa visita oggi ad una Ternana sorprendente che si ritrova al secondo posto in classifica

-di Marco Vigarani-

Attilio Tesser, allenatore della Ternana dal gennaio scorso

Attilio Tesser, allenatore della Ternana dal gennaio scorso

Se c’è una squadra che sta sorprendendo tutti in questo avvio di stagione in Serie B è sicuramente la Ternana di mister Tesser che condivide con il Trapani il secondo posto in classifica. La rosa degli umbri presenta molte conferme in tutti i reparti ed in questo modo sono stati abbattuti i tempi necessari per amalgamare i nuovi arrivati che comunque stanno fornendo prestazioni confortanti. Il ritorno di Vitale sulla sinistra ancora non ha reso secondo le aspettative, ma sicuramente gli arrivi dalla Sampdoria di Eramo e Gavazzi hanno consentito di impostare un 4-3-1-2 efficace che esalti le caratteristiche del trequartista già apprezzato due anni fa al Crotone prima di una stagione da comprimario ad Empoli. Il numero 27 infatti è il vero e proprio fulcro del gioco della Ternana, capace di creare gioco per il tandem offensivo CeravoloAvenatti e sempre protetto dal terzetto di mediani che corrono anche per lui cercando di recuperare il maggior numero possibile di palloni. Da non sottovalutare però nemmeno il movimento ormai collaudato delle mezzali di Tesser che in fase di possesso tendono ad allargarsi per dare alternative di gioco sugli esterni e proporsi per il cross nè la qualità di gioco di Viola, mancino nato fantasista e divenuto nel tempo regista.

La gara tra Ternana e Bologna dovrebbe vivere i suoi momenti più intensi in due sfide dirette a centrocampo da cui dipenderà sicuramente anche l’esito finale. Innanzitutto si dovrebbero trovare molto vicini il regista basso rossoblù Matuzalem ed il trequartista umbro Eramo: il vincente di questa sfida potrà dare un grande vantaggio ai propri compagni di squadra. La carta d’identità a tutto favore dell’ex Sampdoria potrebbe indurre il tecnico felsineo Lopez a chiedere un supporto maggiore al brasiliano da parte di una mezzala o del trequartista ma in tal caso si rischierebbe seriamente di sbilanciare l’intero sistema creando spazi per gli avversari. Non va infatti dimenticato che qualche metro più avanti anche la Ternana dovrà fare i conti con un fantasista (Laribi?) in grado di tenere impegnato alla pari il collega Viola nel secondo importante duello di giornata. Assente per squalifica Vitale, i restanti terzini di Tesser non sembrano avere una particolare propensione offensiva e potrebbero concedere a quelli di Lopez di avanzare il proprio raggio d’azione mentre invece la coppia Ceravolo-Avenatti sicuramente non è particolarmente prolifica ma, soprattutto grazie all’uruguaiano, fornisce una presenza fisica imponente in grado di tenere sempre sotto scacco i centrali avversari e allargare quindi lo spazio tra difesa e centrocampo. Fare gol alla Ternana non è un’impresa semplice ma se poi il Bologna dovesse anche disunirsi ecco che, subita un’eventuale rete, sarebbe praticamente impossibile recuperare lo svantaggio.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *