L’ex Osvaldo alla deriva, il Boca l’ha già scaricato


Tornato al Boca a gennaio, l’ex rossoblù Osvaldo è finito nel mirino delle critiche di media e tifosi dopo 5 presenze in tre mesi

– di Marco Vigarani –

Osvaldo festeggia il gol siglato in Coppa Libertadores (ph tycsports.com)

Osvaldo è finito al centro delle critiche della stampa e dei tifosi argentini (ph tycsports.com)

La vicenda di Pablo Daniel Osvaldo sembra davvero destinata a diventare la classica storia del talento con piedi d’oro abbinati al carattere sbagliato. La sua nuova vita in Argentina infatti è diventata un incubo dopo appena tre mesi dall’inizio ed ora il Boca Juniors pare pronto a scaricarlo dopo che il quotidiano locale “La Nacion” gli ha dedicato un lungo articolo dal titolo decisamente eloquente che ha scatenato le critiche di tifosi e addetti ai lavori: “Capricci, infortuni e zero gol” sono le doti attribuite all’attaccante trentenne. Un paio di settimane fa la stessa testata aveva proposto un altro contributo estremamente critico nei confronti dello stesso attaccante intitolato “Osvaldo, il grande mistero del Boca” in cui si criticava la scelta di puntare su di lui in sede di mercato piuttosto che andare su obiettivi tecnicamente ed anagraficamente più allettanti come Larrondo e Carrillo. Il suo ritorno al Boca Juniors dopo la buona parentesi dello scorso anno avrebbe dovuto in realtà rappresentare il coronamento di un sogno per il ragazzo ed una straordinaria per il club che, abbinandolo al trascinatore Tevez in sostituzione del giovane talento Calleri, pensava di formare un tandem offensivo letale per qualsiasi difesa e mettere nel mirino il trionfo in Copa Libertadores. Peccato che Osvaldo in realtà sia arrivato a Buenos Aires già palesemente fuori forma dopo la conclusione burrascosa dell’esperienza al Porto tra vari intoppi burocratici ed abbia quindi esordito soltanto il 24 gennaio. Un paio di presenze a febbraio e subito ecco anche la sfortuna con un infortunio al quinto metatarso del piede destro aggravato, stando a quanto riferito dalla stampa argentina, dalla testardaggine del ragazzo che ha voluto scendere in campo a tutti i costi con un’infiltrazione nonostante una condizione già precaria. Un altro mese di stop (aggravato dalla poca chiarezza del club nel comunicare i tempi di recupero del ragazzo) prima di tornare in campo una settimana fa e nel frattempo però Osvaldo ha trovato il tempo per far parlare di sè fuori dal terreno di gioco con i consueti eccessi nella vita privata che ne hanno minato una carriera potenzialmente di primo livello. Adesso che la condizione fisica sembra essere tornata accettabile ed il nuovo tecnico Schelotto ha dimostrato di voler puntare su di lui, tocca alla punta rispondere alla pioggia di critiche con un’ultima fase di stagione all’altezza delle aspettative in grado di evitare un divorzio a fine anno che oggi appare del tutto probabile.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *