L’immortale svizzero: Roger Federer vince a Indian Wells


Nel primo masters 1000 della stagione Roger Federer supera il connazionale Stan Wawrinka in soli due set, e porta a casa il secondo trofeo stagionale

-di Giuseppe Cambria-

Lo svizzero Roger Feder si porta a casa il trofeo di Indian Wells (ph. Zimbio)

Roger Federer contro Stanislas Wawrinka: l’aria della Svizzera è entrata in California e ha dominato per una notte la scena tennistica mondiale. Il passato contro il futuro. Eppure quest’ultimo ha dimostrato di non essere ancora all’altezza. Federer ha dimostrato di nuovo, a 35 anni, di poter fare cose straordinarie e di avere passi troppo lunghi per essere raggiunti. Il suo percorso a Indian Wells ne ha viste tante: ha dovuto affrontare al quarto turno una finale anticipata, contro Rafa Nadal, e ha dimostrato a tutti che la vittoria (contro questo stesso) all’Australian Open non è stata un caso. Il punteggio ha parlato chiaro: 6-2 6-3. Ai quarti si è riposato per il bye ,causa intossicazione alimentare, dell’australiano Nick Kyrgios, “uccisore” di Djokovic nei primi turni (anche se in questo momento non sembra così difficile “uccidere” il serbo). Tutto facile anche in semifinale contro il beniamino di casa, il ventiquattrenne Jack Sock, numero 18 del mondo, liquidato in due set: 6-1 7-6. Più semplice, almeno sulla carta, l’approdo in finale di Stan Wawrinka, che ha superato in semifinale lo spagnolo Pablo Carreno Busta in due set: 6-3 6-2. Alla fine non era rimasto che regolare dei conti tra amici, sul cemento dell’Indian Wells tennis garden, in California.

Federer ha battuto Wawrinka 6-4 7-5 (ph. Zimbio)

Immortale- Parte con un’ora e mezzo di ritardo la finale tanto attesa: Roger Federer contro Stan Wawrinka. Il caldo cocente della California non aiuta la prestazione dei due svizzeri, sicuramente abituati a temperature diverse. Funziona ottimamente il rovescio di Federer, in campo con una qualità fisica invidiabile, ma non riesce a dare l’impennata giusta alla partita, che si dimostra estremamente equilibrata al punteggio. Ciascuno tiene il proprio servizio senza troppe difficoltà, fino al 4-5, quando una distrazione di Wawrinka e un pressing notevole dell’avversario, consegna il primo set a Roger : il primo set si chiude sul 6-4. Nel secondo set si parte diversamente. Presa la botta iniziale, Wawrinka sembra reagire ottenendo un break point in maniera fulminea , dopo aver ottenuto ben tre palle break. Sforzo che viene annullato alla sua seconda di servizio con il controbreak che porta al punteggio di parità: 2-2. Si ripristina l’equilibrio in campo fino al 5-6, momento in cui si è vista la differenza tra il maestro e il discepolo: Wawrinka perde servizio e  match con l’ultima al volo della partita del connazionale più anziano. Dopo 80 minuti di gioco, il match si chiude in due soli set: 6-4 7-5. Roger Federer non ha perso neanche un set durante questo torneo. Allo svizzero immortale va il quinto titolo in carriera di Indian Wells, il novantesimo titolo in carriera, e i nostri occhi ancora incollati addosso per i prossimi mesi, pronti a stupirsi per altre sue imprese stupefacenti.

 

Print Friendly



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *