L’Inter si tiene il primato, ma dietro non mollano


I nerazzurri espugnano Empoli e restano in vetta, ma Fiorentina, Napoli e Juventus tengono il passo. La Roma frena a Verona col Chievo (3-3), Milan ko a San Siro contro il Bologna e contestato

– di Luigi Polce –

Una doppietta dell'ex Ilicic stende il Palermo e tiene la Fiorentina incollata all'Inter (ph. zimbio)

Una doppietta dell’ex Ilicic stende il Palermo e tiene la Fiorentina incollata all’Inter (ph. zimbio)

Tutto invariato il discorso legato alle prime quattro della classe in questa giornata che apre il 2016. Vincono infatti Inter, Fiorentina, Napoli e Juventus: i nerazzurri collezionano il nono 1-0 – sofferto – della stagione sul campo di un Empoli che, dopo la vittoria di Bologna, si conferma squadra ostica. Decide Icardi agli sgoccioli del primo tempo, su precisa assistenza di Perisic, ed è quanto basta per conservare la testa della classifica. La Fiorentina sbanca Palermo grazie ad una strepitosa doppietta dell’ex Ilicic e al secondo gol in campionato di Kuba Blaszczykowski, mentre a nulla serve la rete dell’altro ex Gilardino. Il patron rosanero Zamparini prima esonera Ballardini via sms, poi ci ripensa e lo conferma, sintomo che comunque la situazione in Sicilia non è delle più tranquille. Viola che restano così a -1 dalla vetta assieme al Napoli, che supera di misura (2-1) il Torino di Giampiero Ventura, matato grazie alle reti di Insigne e Hamsik. Passeggia invece la Juventus, che al cospetto di un Verona volenteroso ma sempre più ultimo cala il tris (Dybala su punizione, Bonucci e Zaza) e centra l’ottavo successo consecutivo, utile per restare in scia dell’Inter.

Giaccherini manda al tappeto il Milan (ph. zimbio)

Giaccherini manda al tappeto il Milan (ph. zimbio)

Frena la Roma, che a Verona contro il Chievo va in doppio vantaggio con Sadiq e Florenzi, si fa riprendere da Paloschi e Dainelli, si riporta avanti con Iago Falque ma viene raggiunta sul 3-3 finale dal gol di Simone Pepe, cresciuto proprio nelle giovanili del club giallorosso. Gol assegnato grazie all’utilizzo della Goal-Line technology, che toglie ogni dubbio sul fatto che il pallone sia completamente entrato. Sconfitta clamorosa invece per il Milan, che dopo una partita farcita di errori sotto porta (complice anche un Mirante in giornata super) cede in casa contro il Bologna, che può esultare per via della rete di Giaccherini che a meno di 10′ dal fischio finale gela San Siro e fa sprofondare il Diavolo nel baratro della contestazione. Rossoneri sempre al sesto posto, ora però in coabitazione con il Sassuolo che soffre ma pareggia col Frosinone (2-2).

Per quanto riguarda le zone meno nobili della classifica, il Carpi conquista un punto pesante all’Olimpico contro la Lazio (0-0), avvicinandosi un pochino al Genoa quartultimo, che nel sentitissimo derby della Lanterna rimedia la quinta sconfitta consecutiva: 3-2 per la Samp il finale, nonostante la doppietta di Pavoletti abbia fatto cullare sogni di rimonta ai tifosi rossoblù. L’Udinese infine supera per 2 reti ad uno l’Atalanta, inaugurando al meglio il Friuli ormai del tutto ristrutturato.

Risultati: Genoa-Sampdoria 2-3; Udinese-Atalanta 2-1; Milan-Bologna 0-1; Chievo-Roma 3-3; Juventus-Hellas 3-0; Lazio-Carpi 0-0; Palermo-Fiorentina 1-3; Sassuolo-Frosinone 2-2; Empoli-Inter 0-1; Napoli-Torino 2-1

Classifica: Inter 39; Fiorentina, Napoli 38; Juventus 36; Roma 33; Sassuolo, Milan 28; Empoli 27; Atalanta, Lazio, Udinese 24; Chievo, Sampdoria 23; Torino, Bologna 22; Palermo 18; Genoa 16; Frosinone 15; Carpi 11; Hellas Verona 8

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *