L’invito di Donadoni: “Ora manteniamo l’equilibrio”


Alla vigilia della trasferta di Genova, il tecnico rossoblù Roberto Donadoni non ha svelato dettagli sulla formazione ma chiesto equilibrio ai suoi ragazzi dopo il successo sul Napoli 

– di Marco Vigarani –

Roberto Donadoni (ph. Zimbio)

Roberto Donadoni ha conquistato 10 punti in 5 gare al Bologna (ph. Zimbio)

La vittoria splendida sul Napoli è ancora negli occhi e nel cuore dei tifosi rossoblù, ma il Bologna ormai pensa soltanto al futuro e nello specifico alla gara di domani pomeriggio contro il Genoa, in trasferta su un campo caldo come il Ferraris. Alla vigilia di tale importante impegno contro una formazione a pari punti in classifica, Roberto Donadoni in conferenza stampa ha dichiarato: “Domani affronteremo una gara che ci metterà alla prova soprattutto sul piano della continuità di rendimento. Andiamo ad affrontare un Genoa in una posizione di classifica difficile che quindi metterà in campo una forte volontà di reagire a questo momento negativo. Come ogni squadra, anche loro hanno punti deboli e noi, aldilà del lavoro specifico settimanale, dovremo essere pronti a leggere la partita e cogliere i momenti potenzialmente favorevoli“. Il tecnico rossoblù è quindi tornato per un attimo al recente passato spiegando: “Non vorrei che la gara di Torino diventasse un esempio di totale negatività perché credo che la fase difensiva sia stata curata bene ma che ci sia mancata la propositività che invece abbiamo mostrato contro il Napoli quando onestamente nel finale non ho tremato troppo nonostante i due gol subiti. Ora sta a noi trovare il giusto equilibrio che è sempre la componente più difficile sia a causa dell’entusiasmo che della depressione. La consapevolezza che deriva dal lavoro settimanale ci deve dare una mano così come i risultati così come sapere che non abbiamo ancora fatto nulla e dobbiamo continuare a lavorare“.

Recidiva per Giaccherini all'adduttore della coscia destra (ph. Gazzetta dello Sport)

Nuovo infortunio per Giaccherini che tornerà solo dopo la sosta natalizia (ph. Gazzetta dello Sport)

Donadoni allarga quindi il medesimo concetto a Mattia Destro, autore di una doppietta contro il Napoli: “Deve restare concentrato – ha detto – e non farsi prendere troppo dall’entusiasmo. Ogni nostra goccia di energia deve essere impiegata per raggiungere l’obiettivo finale“. Nessuna indicazione invece sulla formazione di domani, orfana per la prima volta di Masina: “I ragazzi mi dimostrano sempre grande spirito competitivo – ha dichiarato Donadoni – e quando l’allenamento mi offre segnali positivi devo essere pronto a coglierli. Apprezzo il lavoro svolto da chi gioca meno per dimostrare di non essere soltanto dei rincalzi e tengo tutti monitorati anche perché non credo che ci sia una differenza abissale con i titolari“. Neanche sul tema degli allenamenti a porte chiuse poi il mister si è sbottonato troppo limitandosi a spiegare: “Ho voluto lavorare con ancora maggiore attenzione su alcuni aspetti a cui tengo particolarmente perchè dobbiamo essere focalizzati sull’evitare scivoloni“. Le ultime parole di Donadoni sono state poi dedicate all’infortunio di Giaccherini: “Il ragazzo fisicamente è integro ma i problemi che ha incontrato possono averlo condizionato dal punto di vista anche mentale. Voglio averlo di nuovo al 100% e sono disposto ad aspettare anche una settimana in più se necessario. Mi è però già capitato di dover fare a meno di qualcuno quindi non è una novità

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *