L’Italbasket parte bene all’Europeo: Israele battuto 69-48. Super Belinelli


Gli azzurri esordiscono nel migliore dei modi, battendo i padroni di casa d’Israele con un netto 69-48 e mostrando già segnali importanti in vista delle prossime gare

-di Calogero Destro-

L’Italia batte subito Israele trascinata da Marco Belinelli (ph. Gazzetta dello Sport)

Non poteva partire nel migliore dei modi la spedizione europea dell’Italbasket, che batte nettamente i padroni di casa d’Israele, entrando nella competizione col piede giusto. Gli azzurri danno già segnali importanti in vista delle prossime gare, che adesso, tra sabato e domenica, vedranno i ragazzi di coach Messina fronteggiare prima l’Ucraina e poi la Lituania.

La partita- Gli azzurri partono subito forte, con  Hackett ad inaugurare la gara e Belinelli (5/7 da 3 in serata) che con un paio di triple tenta subito di dare uno strappo alla gara. L’Italia, però, costruisce il gap con la difesa: da oltre l’arco i tiratori israeliani raccolgono poco o nulla, perché la difesa perimetrale di Filloy (12pt, ottima gestione della palla)  è attenta ed intensa. Casspi prova a tenere a contatto i suoi (18pt, 5/8 da 3), riportando Israele sotto (30-28) ma ancora Belinelli ripristina un minimo le distanze, vanificando le sortite dell’ex Treviso Mekel e mandando le squadre negli spogliatoi sul + 4 Italia (32-26). Il secondo tempo si apre nel segno di Gigi Datome, che sigla 8 punti in fila, rispedendo gli avversari sotto di 8 lunghezze (44-36 dopo 24′). La difesa azzurra la fà ancora da padrona: sotto le plance Cusin e Melli sbarrano la strada ai lunghi avversari – con l’ex Bamberg, autore di 9 punti, che è un fattore soprattutto a rimbalzo. Israele perde la via del canestro, riuscendo a segnare solo 9 punti nel terzo quarto, e altrettanti nell’ultima frazione.  L’Italia, invece, continua a macinare un nuovo massimo vantaggio dopo l’altro, riuscendo a sfruttare perfettamente il connubio fra difese solide e giocate di qualità nella metà campo offensiva. Inoltre, le scarse percentuali al tiro della squadra di coach Edelstein, permettono ai ragazzi di Messina di controllare i ritmi della partita, che gestisce al meglio ogni pallone. Il risultato finale è di 48-69 in favore degli azzurri. Questi i parziali (15-21, 32-36, 41-51, 48-69).

Migliore in campo: Marco Belinelli (18punti, 0/2, 6/8, 2 assist, 2 rimbalzi, 4 palle recuperate)

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *