L’Italia del tennis alle porte dell’Australian Open: Sara Errani è già fuori


Anche i tennisti italiani hanno effettuato un giro di rodaggio in Australia prima del primo slam della stagione: bene Andreas Seppi, rimpianto per Fognini e delusione per Sara Errani

-di Giuseppe Cambria-

Sara Errani esce sconfitta dal match di qualificazione contro Luksika Kumkhum e non sarà gli Australian Open (ph. Zimbio.com)

l’Italia del tennis è pronta a rispondere presente al primo torneo importante della stagione del circuito tennistico (ATP E WTA). Partono le qualificazioni per cercare di arrivare fino al fondo del tabellone, ma prima c’è chi ha testato i campi australiani per portarsi avanti con la preparazione. Ottima prova nella capitale australiana per Andreas Seppi che esce vincente dall’East Hotel Canberra (torneo challenger) superando in finale l’ungherese Marton Fucsovic, numero 85 del ranking, in rimonta con il punteggio: 5-7 6-4 6-3. Si mangia le mani invece Fabio Fognini che manda in aria la possibile finale dell’ ATP 250 di Sidney, perdendo in semifinale contro Daniil Medvedev. Il tennista ligure spreca il vantaggio iniziale di un break, e il dominio tecnico, per poi liquefarsi – come è suo solito- in corso d’opera. Sul 3-1 nel secondo set serve un controbreak dell’avversario per spegnere la fiamma della razionalità. Si chiuderà con un 6-2 4-6 1-6 che porterà il russo, classe 1996, nella finale vinta, successivamente, contro l’altrettanto giovane beniamino di casa, l’australiano, Alex De Minaur. Primo titolo e trofeo in carriera per Medvedev. Trofeo che poteva benissimo entrare nella bacheca di Fognini.

Delusione Errani- Neanche il tempo di cominciare e già si arresta alle qualificazioni il percorso di Sara Errani agli Australian Open. La romagnola vede sfumare le speranze di accesso al tabellone principale nel match contro la thailandese Luksika Kumkhum. Un servizio inefficace e una avversaria ostica chiudono l’incontro dopo un’ora e un quarto, in due set, con il punteggio di 6-4 6-1. Una brutta perdita per l’Italia, da unire a quella di Roberta Vinci in precedenza. In WTA si attendono ancora i turni della veterana Francesca Schiavone e Camilla Giorgi.
Adesso – soprattutto per gli uomini- tutti pronti per le qualificazioni a Melbourne: il giro nel paese dei canguri è appena iniziato.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *