L’Italia saluta la coppa Davis: passa la Francia


Dopo un 3-1 netto, la Francia supera i ragazzi di Barazzutti che non riescono di nuovo a essere concreti e che, nonostante la grinta, salutano un’amara coppa Davis

-di Giuseppe Cambria-

Anche Fabio Fognini deve arrendersi alla superiorità della Francia.(ph. Zimbio. com)

Dopo i fatti di Bardonecchia, mai è stata così sentita una sfida che già consta una rivalità profonda nel tempo e vicina nello spazio. Italia vs Francia, di nuovo. Sempre. Un fine settimana a Genova (6-8 aprile) per un quarto di finale di coppa Davis che vede i ragazzi di Barazzutti contrapposti a una Francia dimezzata, priva dei pezzi grossi Tsonga, Monfils e Gasquet, causa problemi fisici. Non basta comunque la solita Italia tutto cuore, che si perde nel solito bicchiere d’acqua. Si parte il venerdì con Andreas Seppi contro Lucas Pouille. Solito inizio stentato dell’altoatesino che, sotto di due set, tenta l’ennesima rimonta strabiliante portandosi in parità e andando al quinto set. Il francese, andato in palla nel terzo e quarto set, recupera la testa nel set decisivo ripristinando il dominio degli scambi e trovando la profondità che mette definitivamente all’angolo l’avversario italiano. Dopo quasi tre ore finisce 6-2 6-2 4-6 3-6 6-1 e arriva il primo punto per la Francia. Ma subito dopo ci pensa Fabio Fognini, nell’incontro successivo, a pareggiare i conti in un match complicato e molto teso contro Jérémy Chardy (tante le discussioni tra i due). Fognini gioca in casa, sostenuto da un pubblico caloroso, ma trova molte difficoltà nel primo set che recupera con grande ostinazione, portandosi dal 2-5 al 5-5. Poi però cede al tie break. Gli altri tre set saranno del ligure, dopo quasi tre ore e mezza totali di match: si chiude 6-7 6-2 6-2 6-3. Pareggio e  parola che passa al doppio del sabato. Parola espressa molto male (quasi assente) nel doppio in cui la coppia Fognini/Bolelli cede in tre set contro il duo Herbert/Mahut. I francesi mostrano una solidità maggiore e un ottimo affiatamento. Il punteggio testimonia l’assenza dal campo del duo italiano, che dà segni di vita solo in una parte del primo set. Vittoria sovrastante (6-4 6-3 6-1) per i transalpini che si portano su un 2-1 pesantissimo. Si decide tutto di domenica.

Domenica da dimenticare- Passa tutto nelle mani di Fabio Fognini che deve affrontare una domenica di tensione. Rivincita contro Pouille non sfruttata: il francese afferma di nuovo tutta la sua solidità. Per Fognini pesano questa volta gli errori stupidi e il nervosismo eccessivo: un set point sprecato al terzo set con un dritto sgangherato e una racchetta distrutta. Buonissimo avvio di partita, con il primo set conquistato e con il francese che comunque non è perfetto al servizio e regala qualche errore. Ma dopo questo, il nulla. La Francia è superiore. Il 3-1 finale per i transalpini arriva con il punteggio finale di 2-6 6-1 7-6 6-3 e chiude definitivamente il percorso dell’Italtennis in coppa Davis, lasciando l’ennesimo rammarico e i soliti dubbi.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *