L’Italia si arrende sul più bello, Lituania in semifinale


Agli azzurri non basta un immenso Bargnani per evitare la sconfitta. In semifinale la Lituania incontrerà la Serbia. Domani la partita valida per il preolimpico di Rio contro la Repubblica Ceca

-Calogero Destro-

Vince la Lituania: l'Italia è fuori dall'Europeo 2015 (ph. Gazzetta dello Sport)

Vince la Lituania: l’Italia è fuori dall’Europeo 2015 (ph. Gazzetta dello Sport)

Termina con tanta amarezza l’avventura dell’Italbasket all’Europeo 2015: gli azzurri non riescono a ripetere l’impresa del 2004 e devono piegarsi (dopo un supplementare) 85-95 a una sublime  Lituania (che tira con un pazzesco 61% da tre punti!) guidata dagli strepitosi Maciulis e Valanciunas. Partono forte i lituani che provano subito ad allungare mettendo cinque punti di margine nei confronti degli azzurri grazie alle efficaci conclusioni da sotto di Valanciunas. Gli uomini di coach Pianigiani però, nonostante gli errori al tiro del “Mago” Bargnani, rispondono con la classe di Ale Gentile (costretto dopo pochi minuti lasciare il campo a causa di due falli) e Marco Belinelli. Il primo quarto si chiude con i baltici in vantaggio di un solo punto. Il secondo parziale si gioca sempre sul filo del rasoio: l’Italia aumenta l’intensità in difesa e riesce a mettere la testa davanti grazie allo straordinario apporto della panchina, con un Aradori sugli scudi e Melli e Cusin che si fanno sentire anche sotto le plance avversarie. La squadra di Kazlauskas però non molla un pallone e si affida alla personalità di Maciulis e Kalnietis e l’esperienza di Javtokas e alla fine va all’intervallo lungo con un punto in più degli azzurri.

Secondo tempo – Nel secondo tempo sale l’intensità della partita: la Lituania raggiunge il +6 (massimo vantaggio) con i quattro punti di fila di Valanciunas, ma gli azzurri rispondono colpo su colpo e volano sulle ali del tandem Bargnani-Belinelli che guidano i compagni, a suon di giocate straordinarie,  al sorpasso e addirittura al mini allungo (57-52). Ma è solo un’illusione perché i gialloverdi rimangono attaccati alla partita e riprendono l’Italia con le grandissime giocate di un super Maciulis (19pts, 10 reb, a fine partita per lui) e le triple di Milaknis. Nell’ultima frazione Gentile e Gallinari cercano di prendere la squadra sulle spalle mettendo dei tiri importanti mentre per la Lituania il solito Maciulis, con una bomba a meno di un minuto dalla fine sembra mettere il punto eclamativo sulla partita. Il cuore degli azzurri però, è davvero infinito: Bargnani estrae il coniglio dal cilindro e pareggia a 40” dalla fine e dopo la palla persa degli avversari con il punteggio di 79-79 Belinelli avrebbe addirittura il tiro della vittoria ma va cortissimo. E’ overtime.

Overtime – Ma quando l’inerzia della partita sembra tutta in favore dell’Italia, la partita cambia ancora: i lituani ne hanno di più a livello fisico e nervoso e dopo i canestri di Gallinari (16pts, 5 reb, 4 ast, per lui a fine gara) e Valanciunas (top scorer del match con i suoi 28 punti con l’82% dal campo!) una super tripla di Kalnietis spezza l’equilibrio e da il là all’allungo decisivo degli uomini di Kazlauskas. L’Italia prova a crederci fino alla fine ma le due pallle perse di Belinelli a meno di due minuti dalla fine spengono definitivamente le speranze azzurre, che ora dovranno rimanere lucidi per la partita di domani contro la Repubblica Ceca, la cui vittoria potrebbe valere un pass per uno dei due tornei preolimpici che si giocheranno prima di Rio 2016.

Print Friendly, PDF & Email



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *